venerdì, 4 Dicembre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Presepi da non perdere in...

Presepi da non perdere in Toscana

Dalle vie dei presepi fino alle natività "in carne e ossa", da Cigoli alla Versilia: i più belli da vedere in Toscana

-

Artistici, viventi, insoliti e meccanici, la Toscana è terra di presepi un po’ in tutte le forme: abbiamo stilato una guida ai presepi più belli da visitare e vedere tra la fine del 2019 e i primi giorni del 2020, prima che finiscano le feste di Natale. Molte di queste natività sono aperte alle visite fino all’Epifania e nei giorni rossi del calendario fanno gli straordinari con un orario prolungato.

Via dei presepi in Toscana: i più belli

Tra le più famose e apprezzate della Toscana, la via dei presepi di Castelfiorentino popola il centro storico del paese alto con oltre 70 creazioni artigianali e artistiche distribuite in più di 50 luoghi. Sui balconi, nelle botteghe, sui davanzali, nelle chiese, fatti da artigiani o da semplici appassionati. Ecco i più famosi da vedere: il “presepe meteorologico” nella chiesa di San Filippo, oltre 50 metri quadrati in cui sono ricreati i vari momenti della giornata e le diverse condizioni atmosferiche, e il “presepe in bicicletta”.

La decima edizione della Via dei presepi di Castelfiorentino è aperta il sabato, la domenica e nei giorni festivi dalle ore 15 alle 19.00 fino al 6 gennaio, anche con un trenino natalizio che gira per il centro storico.

Sempre in questa parte di Toscana, a Cerreto Guidi (Firenze) è protagonista il presepe all’uncinetto più grande d’Italia, che di anno in anno si arricchisce di nuovi dettagli. Nelle chiese e per le strade del paese la via dei presepi mette in mostra poi numerose creazioni, previste anche visite guidate alla villa medicea di Cerreto Guidi.  Fino al 12 gennaio, tutti i giorni orario 15.00 – 19.00, prefestivi e festivi anche dalle 10.00 alle 13.00.

Presepi artistici in Toscana. Da visitare: il presepe di Cigoli

A Cigoli, frazione di San Miniato (Pisa), c’è uno dei presepi artistici più imponenti e famosi della regione allestito ogni anno nel Santuario Madre dei bimbi. Una ricostruzione della Terra Santa di 2000 anni fa su 100 metri quadri, tra giochi di luce e soluzioni di alta tecnologia. L’edizione 2019 – 2020 è dedicata al tema “Le strade di Gesù”, ossia le strade della Palestina percorse da Gesù prima di essere immolato sulla croce.

Il presepe di Cigoli, che l’anno scorso è stato visto da oltre 30mila persone, è aperto fino al 12 gennaio 2020, ogni giorno in orario 9.30-12.30 e 14.30-19.30.

I “meccanici”: presepe ai Bassi (Argingrosso – Firenze)

Senza allontanarsi da Firenze, nella zona dell’Argingrosso e dell’Isolotto c’è lo storico Presepe artistico e meccanizzato ai Bassi, nei locali della parrocchia del Santissimo Nome di Gesù ai Bassi, animato da oltre 70 personaggi in movimento e dall’alternarsi del giorno e della notte. Questa rappresentazione narra la storia di Gesù, grazie anche a un’audiostoria che illustra le varie azioni.

Visitabile fino al 6 gennaio, dalle 15.30 alle 19.00, la domenica e nei festivi anche al mattino dalle 10.30 alle 12.30. Questa è una delle creazioni che abbiamo segnalato nella nostra guida ai presepi più belli da visitare a Firenze e dintorni.

Presepe vivente in Toscana: da Equi Terme alla Versilia

E i presepi viventi da vedere in Toscana? Sono davvero tanti. Uno dei più conosciuti si svolge da oltre 30 anni in Lunigiana a Equi Terme, frazione di Fivizzano (Massa Carrara): mercanti, pastori, artigiani intenti negli antichi mestieri e la sacra famiglia prendono posto tra il borgo e le suggestive grotte lungo un percorso che dura circa un’ora. L’edizione 2019 è in programma la vigilia di Natale dalle 20.30 alle 23.30, il 25, 26 e 27 dicembre dalle 18.00 alle 21.00.

Presepe Vivente Toscana Equi Terme
Foto: pagina Facebook Presepe vivete Equi Terme

A Pescia (Pistoia) il presepe vivente, ambientato nel Tredicesimo secolo, anima il lungofiume domenica 22 dicembre 2019 e lunedì 6 gennaio 2020, per una camminata nella natura dedicata al tema della Stella cometa, mentre in Versilia il presepe vivente nel borgo di Bozzano (Massarosa) è previsto domenica 22 dicembre con ingresso da via Buia.

A Le Ville di Monterchi, nell’aretino, va in scena un presepe vivente diventato in pochi anni tra gli irrinunciabili per appassionati e non: oltre 250 figuranti, tra pastori, mercanti, artigiani e uomini in armi in un percorso lungo più di un chilometro. Rappresentazioni da Santo Stefano al 29 dicembre e poi il giorno di Capodanno, il 5 e 6 gennaio 2020, sempre con orario di inizio alle 17.15.

Ultime notizie

Zona arancione e rossa, visita ai congiunti: si può andare fuori comune?

Si possono vedere i congiunti che abitano in Comuni diversi, anche a Natale e Capodanno? E si possono portare i bambini dai nonni? Le regole del Dpcm del 3 dicembre 2020

Cambio di colore per le regioni, oggi l’ordinanza: zona rossa e arancione, chi cambia

Cambio di colore in vista per 9 regioni: zona rossa, arancione e gialla, chi cambia e quando si saprà

Santa Barbara e il “Diario di un artigliere”

Il 4 dicembre, fin dal Medioevo, veniva festeggiata Santa Barbara vergine e martire, da subito invocata a proteggere dai fulmini e, di conseguenza, dalla “mala morte” in quanto un folgorato moriva improvvisamente, all’istante, senza il tempo di prepararsi cristianamente al trapasso.

Palestre, quando la riapertura: dicembre è troppo presto, il Dpcm

Il nuovo Dpcm del 3 dicembre proroga lo stop e ci si interroga su quando riapriranno le palestre: ma della riapertura se ne riparlerà nel 2021