sabato, 24 Ottobre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Il grande cinema in città

Il grande cinema in città

Tornano le "Giornate del cinema europeo": in programma 30 film, mostre, eventi e un inedito premio. La rassegna si terrà dal 17 al 27 settembre in vari luoghi della città.

-

Undici giorni di grande cinema a Firenze: in vari luoghi della città, con tanti eventi collaterali, per vedere pellicole inedite, per incontrare gli autori, per viaggiare alla scoperta di paesi e personaggi, tutto con una tessera al prezzo di cinque euro che dal 17 al 27 settembre dà diritto ad assistere a 30 film: sono le “Giornate del cinema europeo”, rassegna giunta alla seconda edizione organizzata dal Comune di Firenze-Centro Europe Direct con la Fondazione Stensen e la Mediateca Regionale Toscana, presentata in Palazzo Vecchio dal vicesindaco Dario Nardella, dalla presidente della Mediateca Stefania Ippoliti e dal direttore artistico Michele Crocchiola, con il responsabile ufficio Europe Direct Natale Seremia e il curatore del catalogo Marco Luceri.

Molti i punti di forza del programma, diviso in tre sezioni: la retrospettiva completa del regista, sceneggiatore e scrittore svedese Lukas Moodysson; ‘Berlino 20 anni dopo’ dedicata alla città tedesca a vent’anni dalla caduta del muro; “Orizzonti europei” con film di autori di diversi paesi fra cui l’inedito “Falco” (sul celebre rocker austriaco degli anni 80), l’italiano “Rata nece biti” di Daniele Gaglianone (documentario vincitore del David di Donatello), il fiammingo “La merditude des choise”, oltre ad un omaggio a Waida. Le proiezioni si terranno al cinema Stensen, al cinema Odeon, all’Istituto Universitario Europeo, in Palazzo Vecchio, al Deutsches Institut e al Cinema Grotta di Sesto Fiorentino.

Fra gli eventi collaterali l’ironico e autoironico premio “Nozze con i fichi secchi” (una sorta di stuatuetta dell’Oscar che fa vedere le tasche vuote), che sarà consegnato agli ospiti del festival; le mostre fotografiche “Notturni urbani” e “Il cinema graffito”; la performance “Il cinema di abbraccia’ in piazza Santa Maria Novella il 16 settembre e in piazza della Repubblica il 17. “Questa rassegna merita in pieno il nostro sostegno, anche perché attraverso il cinema si torna a parlare di Europa. E’ uno sforzo, anche un po’ controcorrente, per ritrovare il gusto del cinema, per scoprire nuovi autori, per conoscere e apprezzare giovani cineasti che difficilmente trovano spazio – ha detto il vicesindaco Nardella – Si tratta inoltre di un contributo che si aggiunge al rilancio del cinema a Firenze, che è uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale”.

Il festival è organizzato con il contributo di Bassilichi, Gruppo Sesa, Controradio e Whythebest Florence Hotel e con la collaborazione con Gli Ori editori contemporanei, DeaPhoto associazione culturale, Istituto Universitario Europeo, Cooperativaa Archelogia, Deutsches Institut Florenz, Stensen Cinema, Officine Ubu, Istituto Europeo di Design, Lucca Film Festival, Britmania, Cinema SpazioUno, Multisala Grotta, con il patrocinio di Festival of Festivals.

PREVENDITE. Presso gli uffici Europe Direct in Palazzo Vecchio (orario 9-13) oppure presso la Fondazione Stensen in Viale Don Minzoni 25/G (orario 10-13 e 15-18).

Ultime notizie

Fiorentina a caccia della vittoria. Al Franchi arriva l’Udinese

L'anteprima di Fiorentina - Udinese in programma al Franchi domenica 25 ottobre alle 18: le probabili formazioni

L’Insolita Trattoria Tre Soldi di Firenze: quando il piatto trae in inganno

In via d'Annunzio nasce una trattoria 'insolita' di nome e di fatto: qui i piatti non hanno niente di canonico o ordinario e sono una continua sorpresa per gli occhi e per il palato.

Vaccino antinfluenzale 2020 in Toscana: quando, dove e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Ludopatia: il Covid non ferma il gioco d’azzardo patologico

Aumentano i giocatori d’azzardo patologici e si temono gli effetti della crisi Covid. Una cura c’è, ma bisogna agire subito