sabato, 17 Aprile 2021
HomeSezioniArte & CulturaLibri, vino e spettacolo nel...

Libri, vino e spettacolo nel borgo che dall’Appennino guarda il mare

Le giornate di Bancarel'Vino rappresentano un momento importante di confronto e di approfondimento, tra giornalisti, addetti ai lavori e pubblico. Non manca poi l'aspetto più squisitamente ricreativo: concerti, testimonial famosi, musica e teatro animano le vie dell'antico borgo.

-

Prenderà il via venerdì 17 agosto alle 17:00 nella piazza di Mulazzo (Massa e Carrara), l’edizione numero 29 del Premio Bancarel’Vino (fino al 19, ndr), la rassegna che, come di consueto, si compone di due sezioni: il vino e il libro a tema.

IL BORGO TRA L’APPENNINO E IL MARE. Le giornate di Bancarel’Vino rappresentano, da sempre, un momento importante di confronto e di approfondimento, tra giornalisti, addetti ai lavori e pubblico. Non manca poi l’aspetto più squisitamente ricreativo: concerti, testimonial famosi, musica e teatro animano le vie dell’antico borgo creando atmosfere suggestive ed indimenticabili che richiamano a Mulazzo, ogni anno, migliaia di visitatori. Il Comune di Mulazzo costituisce la naturale cerniera fra l’Appennino Tosco Emiliano e la Costa Tirrenica, il suo territorio infatti lega alcuni fra gli scorci più suggestivi del nostro Paese, centro esatto fra le cime appenniniche e le Cinque Terre, punto di contatto, quasi un cuneo fra Toscana, Liguria ed Emilia.

L’EDIZIONE 2012. L’edizione di quest’anno di Bancerel’Vino è la prima dopo la terribile alluvione che il 25 ottobre 2011 ha colpito il territorio di Mulazzo, quando la furia della natura si è abbattuta con tutta la sua violenza distruggendo in un pomeriggio gran parte delle infrastrutture del paese, ponti, strade e piazze e cambiando, forse per sempre, la sua immagine.  Per questo Bancarel’Vino quest’anno vuol diffondere un clima di autostima e ottimismo verso il futuro. Non a caso il Premio Bancarel’Vino, che nelle passate edizioni veniva conferito a un produttore scelto da un’apposita giuria, allo scopo di promuovere il territorio e le sue produzioni tipiche, quest’anno verrà simbolicamente attribuito ex-aequo a tutti i produttori partecipanti.

IL PROGRAMMA. Molte e variegate le proposte offerte ai visitatori nei giorni del festival: venerdì pomeriggio verrà ad esempio proposta una rievocazione storica in costume con la presenza dei 100 figuranti della “Compagnia del Piagnaro” di Pontremoli, per la regia del “Centro Lunigianese di Studi Danteschi”. In scena l’episodio dell’arrivo di Dante a Mulazzo, alla Corte dei Malaspina, nel 1306 (episodio citato nella Divina Commedia). In piazza Malaspina ci saranno poi tre serate musicali e, domenica, un’animazione speciale dedicata ai bambini. Non mancheranno convegni e tavole rotonde in collaborazione con “La Strada del Vino dei Colli di Candia e di Lunigiana”, incentrate sui problemi e le potenzialità delle produzioni locali, sulla gastronomia, sul turismo. Info: www.

Ultime notizie