Una grande festa dell’archeologia con aperture notturne di musei e parchi archeologici, mostre, trekking, visite guidate, cene tematiche, conferenze, attività didattiche ed una rassegna internazionale di cinema archeologico.

Realizzata dalla Regione Toscana e dall’AMAT (Associazione Musei Archeologici della Toscana) con la collaborazione della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e la partecipazione di 111 enti, per il secondo anno consecutivo la manifestazione conferma la formula di un mese di eventi, per la maggior parte a ingresso gratuito.

Serate clou dell’edizione 2008: sabato 5, 12, 19 e 26 luglio con aperture straordinarie notturne, dalle ore 21.00 alle 24.00, di musei, parchi e aree archeologiche della Toscana. La manifestazione passata in otto anni dalle 7.000 presenze della prima edizione alle 40.000 dell’ultima, conferma il crescente interesse per l’archeologia, capace di coinvolgere e appassionare un vasto pubblico. 

La “Romanizzazione dell’Etruria” è il tema dell’edizione di quest’anno, uno dei fenomeni più ampi e complessi della storia delle Civiltà dell’Italia Antica – collocabile cronologicamente tra la metà del III e la fine del I sec. a.C. – caratterizzato dalla progressiva ingerenza di Roma sulla civiltà etrusca.

Moltissime, in tutta la Toscana, le conferenze dedicate a questo tema, che daranno conto degli ultimi studi e scoperte su questo periodo.

www.archeologiatoscana.it oppure www.cultura.toscana.it/musei.htm