lunedì, 15 Luglio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaBallottaggio delle comunali 2024 a...

Ballottaggio delle comunali 2024 a Firenze: fac-simile della scheda

Quando e come si vota, tutte le informazioni sul secondo turno delle elezioni amministrative fiorentine, che vedranno la sfida tra Eike Schmidt e Sara Funaro

-

- Pubblicità -

È stato pubblicato il fac-simile della scheda per il ballottaggio delle elezioni comunali 2024 a Firenze, da cui uscirà il nome del nuovo sindaco (o della nuova sindaca). Nei giorni scorsi si sono definiti anche gli apparentamenti per i due candidati in vista del secondo turno di domenica 23 e lunedì 24 giugno. Sara Funaro, in corsa per il centrosinistra, ha confermato la propria “squadra” e non ha aperto a nuove liste, anche se alcune formazioni politiche fuori dalla coalizione hanno indicato il suo nome. Si amplia invece la rosa di simboli che sosterranno Eike Schmidt al ballottaggio, con un nuovo apparentamento: oltre ai partiti del centrodestra e alla lista civica che porta il nome dell’ex direttore degli Uffizi si aggiunge anche “RiBella Firenze“, il soggetto autonomo che al primo turno aveva candidato come prima cittadina Francesca Marrazza ottenendo lo 0,57%. Vediamo allora tutto quello che c’è da sapere sul ballottaggio a Firenze: quando e come si vota, gli orari e come sarà fatta la scheda.

Come sarà la scheda elettorale per il ballottaggio delle comunali 2024 a Firenze: il fac-simile

Anche la scheda del ballottaggio, come quella del primo turno delle elezioni comunali, sarà di colore blu: qui i fiorentini troveranno quindi i nomi dei due candidati sindaco più votati al primo turno: da una parte Eike Schmidt, con sotto i simboli delle formazioni che lo sostengono (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega e le liste civiche “Eike Schmidt” e RiBella Firenze, la new entry del secondo turno); dall’altra Sara Funaro, con sotto i simboli di Alleanza Verdi Sinistra, Azione, +Europa, Centro, Pd e le liste civiche “Sara Funaro sindaca” e Anima Firenze.

- Pubblicità -

Ma cosa significa nei fatti l’apparentamento di una nuova lista? Il candidato sindaco (o la candidato sindaca) che vincerà il ballottaggio avrà un premio di maggioranza del 60% dei seggi in Consiglio comunale, che verrà suddiviso tra le formazioni politiche della coalizione che hanno appoggiato quel nome al secondo turno delle elezioni comunali. Quindi, nel caso di vittoria di Schmidt, il premio di maggioranza verrebbe distribuito anche alla nuova lista apparentata, RiBella Firenze.

Cosa diversa invece per chi ha dichiarato il proprio sostegno a un candidato sindaco, ma senza sancire nei fatti un apparentamento: non parteciperà al premio di maggioranza. Funaro ha deciso di non apparentarsi con nuove formazioni, ma nei suoi confronti è arrivato l’appoggio del Movimento 5 Stelle e di Stefani Saccardi di Italia Viva. “Il campo giusto non si può costruire che con i Democratici e al ballottaggio sosterremo convintamente la candidatura di Sara”, ha dichiarato Lorenzo Masi, che al primo turno si era candidato sindaco Firenze per i pentastellati. Dopo il pressing del governatore della Toscana Eugenio Giani, anche Stefania Saccardi (che in Regione è vicepresidente) ha affermato che voterà “per l’amica Sara Funaro”. Allo stesso tempo però i vertici di Italia Viva non hanno dato indicazioni di voto ai propri elettori. Stessa decisione di Cecilia Del Re per Firenze Democratica e di Dmitrij Palagi per Sinitra Progetto Comune, che hanno lasciato libertà di scelta.

- Pubblicità -

Qui sotto il fac-simile della scheda elettorale per il ballottaggio 2024 a Firenze, che si può scaricare anche dal sito della Prefettura.

Facsimile Scheda ballottaggio 2024 Firenze

- Pubblicità -

Come e quando si vota per il ballottaggio a Firenze: orari e informazioni utili

Attenzione alle date e agli orari del ballottaggio: a differenza dell’andata, quando per le elezioni europee la tornata elettorale è stata anticipata al sabato, per il secondo turno delle comunali si vota domenica 23 giugno dalle 7 alle 23 e lunedì 24 giugno dalle 7 alle 15 (giorno che è festa a Firenze per il patrono San Giovanni). I seggi nel pomeriggio di lunedì non saranno aperti, ma alle 15 inizierà lo spoglio. Può votare anche chi non è andato alle urne durante il primo turno, ma non i ragazzi che hanno compiuto 18 anni dopo il 9 giugno. Tutte le informazioni utili si trovano sul sito del Comune di Firenze.

Come si vota per il ballottaggio? Basterà tracciare un segno sul nome del candidato sindaco o della candidata sindaca. Non si vota per il Consiglio comunale, per questa istituzione vale il risultato del primo turno, anche se il premio di maggioranza del 60% riconosciuto alla coalizione vincente influirà sulla lista dei consiglieri che siederanno nel Salone dei Duecento. È comunque considerato valido anche il voto espresso con una croce sul simbolo di una o più liste collegate (ma come detto il voto andrà solo al candidato sindaco non alla lista per il Consiglio comunale). Per questo stesso motivo, il ballottaggio non prevede il voto disgiunto: la scheda che presenta un segno sul nome di un candidato sindaco e anche sul simbolo di una lista che appoggia l’altro candidato è considerata nulla.

Dove si vota

Il ballottaggio delle elezioni comunali 2024 non riguarda solo Palazzo Vecchio: nella Città metropolitana di Firenze si andrà al secondo turno anche a Empoli, Calenzano, Signa, Figline e Incisa Valdarno, Borgo San Lorenzo. In Mugello, a Calenzano e a Empoli la sfida sarà tutta a sinistra. A Borgo si sfideranno Leonardo Romagnoli (Progressisti Democratici, Borgo il Comune e Movimento 5 Stelle) e l’assessora della giunta uscente Cristina Bechi (Pd, Italia Viva e liste civiche). Per Calenzano la scelta è tra Giuseppe Carovani, ex sindaco, e Maria Arena, candidata per il Pd. A Empoli sulla scheda ci saranno i nomi di Alessio Mantellassi, candidato del centrosinistra, e quello di Leonardo Masi, appoggiato da sinistra e Movimento 5 Stelle.

Urne aperte anche a Signa, dove si è andati al ballottaggio per un pugno di voti tra il sindaco uscente di centrosinistra, Giampiero Fossi, e Monia Catalano per il centrodestra. Scontro rosso-blu anche a Figline e Incisa Valdarno tra Valerio Pianigiani (centrosinistra) e Silvio Pittori (centrodestra). In tutta la Toscana si va al ballottaggio in 18 Comuni.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -