Non c’è solo la pulizia strade, a Firenze arriva anche quella dedicata alle rastrelliere delle bici. Per un giorno i cittadini dovranno spostare il proprio mezzo a pedali, in base a un calendario definito dal Comune, pena la rimozione della bicicletta.

Con il 6 febbraio scatta l’operazione “rastrelliere pulite”:  una squadra composta da agenti della polizia municipale, personale della società di servizi ambientali Alia e di Sas (Servizi alla strada) sarà impegnata nella pulizia e nella manutenzione degli spazi di sosta delle biciclette, per liberarli anche da rottami e mezzi abbandonati.

Il calendario delle pulizie delle rastrelliere e le vie interessate

Si parte dal Quartiere 2, il 6 e il 26 febbraio, per poi proseguire nei prossimi mesi con i Quartieri 3, 4 e 5. “Abbiamo concordato con la Polizia Municipale che verranno effettuati due passaggi per affiggere l'avviso a tutte le bici in modo da ridurre al minimo il numero di utenti non informati”, comunica intanto l’associazione Firenze città ciclabile, che in passato ha chiesto più volte un intervento di questo genere.

Ecco la lista completa delle strade interessate mercoledì 6 febbraio dove, per le rastrelliere, saranno istituiti divieti di sosta con rimozione forzata: Lungarno Aldo Moro (lato numeri civici pari in corrispondenza del numero civico 6), via della Bellariva (lato numero civici dispari dal numero civico 13 a via Quintino Sella e sul lato numero civici pari da via Sidney Sonnino al numero civico 56), largo Alcide De Gasperi (lato numeri civici pari in corrispondenza dell’incrocio con lungarno Aldo Moro), via Giovanni Lanza (lato numeri civici pari nel tratto compreso tra i numeri 38 e 40), via Marco Minghetti (lato numeri civici dispari in corrispondenza del numero civico 1), via Sidney Sonnino (lato numeri civici pari in corrispondenza del numero civico 2), largo Achille Gennarelli ( in corrispondenza delle rastrelliere), via del Pratellino (in corrispondenza delle rastrelliere).

“La pulizia periodica delle rastrelliere – commenta sul suo sito l'associazione Firenze città ciclabile – è un elemento fondamentale per incentivare la mobilità ciclistica perché riduce sensibilmente il numero di stalli occupati da bici abbandonate e da rottami, mettendo gli spazi a disposizione di chi quotidianamente usa la bici in città e si trova costretto ad effettuare parcheggi difficili e poco sicuri”.