Altri giorni di blocchi alla circolazione a Firenze per i veicoli più inquinanti e meno ore a disposizione per tenete accesi i termosifoni.

Le condizioni meteo non aiutano sul fronte della qualità dell’aria e la situazione impone la proroga dell’ordinanza anti-smog, comunica Palazzo Vecchio: le misure resteranno in vigore fino a mercoledì 16 gennaio 2019. Erano scattate lo scorso 7 gennaio. Ecco in sintesi i divieti che riguardano il Comune di Firenze.

Lo stop alle auto “euro” più vecchie, quali non possono circolare

Le limitazioni alla circolazione riguardano, nei centri abitati, i motocicli a 2 tempi euro 1, le auto benzina euro 1 e diesel euro 2 ed euro 3, i veicoli per il trasporto merci diesel euro 1 ed euro 2. L’orario di questo blocco del traffico a Firenze va dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30.

Sono previste però delle eccezioni: possono circolare ad esempio le auto con tre persone a bordo (il cosiddetto car pooling), quelle a servizio delle persone invalide (ma devono essere munite di contrassegno). Il dettaglio di tutti i veicoli esentati si trova sul sito del Comune di Firenze nell’articolo dedicato alle misure anti-smog.

L’orario del riscaldamento

Nelle abitazioni inoltre è vietata inoltre l’accensione di caminetti, stufe, termostufe o termocamini alimentati a legna, sempre che non rappresentino il principale sistema di riscaldamento. Ridotto inoltre il periodo di funzionamento degli impianti di riscaldamento individuali, per un massimo di 8 ore al giorno.

Il rispetto del divieto è a cura del proprietario o nei caso dei riscaldamenti condominiali a cura dell’amministratore di condominio o del responsabile dell’impianto termico. Sono esonerati ospedali, cliniche, case di cura, scuole, asili, alberghi e strutture produttive e istituzionali che sono attive 24 ore su 24.