sabato, 11 Luglio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Bonus matrimonio, dal 2021 un...

Bonus matrimonio, dal 2021 un aiuto per chi si sposa dopo il Covid: i requisiti

L'emendamento al Decreto rilancio, in discussione alla Camera, prevederebbe una riduzione del 25% sulle spese sostenute se si decide di rimandare il matrimonio al 2021

-

Chi aveva rinunciato a dirsi di sì a causa della pandemia di Coronavirus può finalmente ripensarci. È in discussione alla Commissione bilancio della Camera l’emendamento al Decreto rilancio per quello che è già stato denominato Bonus Matrimonio: una detrazione del 25% delle spese per chi farà il grande passo entro il 2021, a condizione di rientrare nei requisiti.

Bonus matrimonio, le spese ammesse

Dall’abito al wedding planner, dalle spese per il ricevimento alla location, dal fotografo al trucco e parrucco, chi si sposa nel 2021 dovrebbe poter risparmiare un 25% sulle spese sostenute per il grande giorno. Un aiuto concreto a tutte le coppie – e sono davvero molte – che a causa della pandemia da Covid-19 hanno deciso di rimandare la data del sì al prossimo anno.

Bonus occhiali e lenti a contatto: 50 euro di sconto per l’acquisto nel 2020, come richiederlo

Dal ricevimento ai fiori, dal parrucchiere all’abito: tutti gli sgravi del bonus matrimonio

Un aiuto alle coppie, senza dubbio, ma anche un incentivo che andrebbe a dare una boccata d’ossigeno a tutta la filiera che ruota intorno alla celebrazione dei matrimoni. Tra le spese detraibili nel 2021 per chi accede al bonus matrimonio ci sarebbero infatti:

  • Location per ricevimenti
  • Catering
  • Parrucchiere
  • Truccatore
  • Fiori
  • Foto
  • Videomaking
  • Abiti da sposa

Queste le più importanti tra le voci detraibili. Insomma, il bonus matrimonio sarebbe un ulteriore aiuto al rilancio dell’economia italiana dopo l’emergenza coronavirus. E, perché no, anche una ventata di ottimismo per chi aveva deciso di sposarsi e poi aveva dovuto fare marcia indietro.

Dpcm coronavirus: dal 15 giugno cosa si può fare, cosa riapre, cosa cambia

Bonus matrimonio, come funziona: i requisiti

Al momento, gli unici requisiti previsti per richiedere il Bonus matrimonio sono le certificazioni delle spese sostenute in Italia per tutto quello che riguarda la cerimonia, sia civile che religiosa.

Fornendo opportuna documentazione, a partire dal 1° gennaio 2021, si dovrebbe poter richiedere una detrazione del 25% dell’imposta lorda per un totale complessivo che non superi i 25mila euro. La copertura economica per il bonus matrimonio dovrebbe essere di 200 milioni, ricavati in parte dal fondo sul reddito di cittadinanza.

Il Bonus matrimonio è attualmente solo una proposta: se l’emendamento al Decreto rilancio verrà approvato, arriverà anche il decreto interministeriale che ne chiarirà funzionamento e requisiti.

Ultime notizie

Cinque casi e un decesso: il bollettino sul coronavirus in Toscana dell’11 luglio

Cinque nuovi casi, un solo decesso: i dati e le notizie di oggi, 11 luglio, sul contagio da coronavirus in Toscana

Dove vedere Inter Torino in tv: Sky o Dazn?

Grande attesa per Inter Torino il 13 luglio alle ore 21.45 che si giocherà a porte chiuse per la trentaduesima giornata del campionato: ma dove vederla in tv, su Sky o Dazn?

Guida 2020 ai locali estivi di Firenze, per drink e musica all’aperto

Sono meno, ma sono aperti: ecco i bar e gli spazi open air per trascorrere l'estate 2020 tra musica, buon cibo e divertimento (in sicurezza). Dal lungarno fino al centro passando dalla periferia

Stato di emergenza, arriva la proroga: cosa comporta

Ci sarà la (scontata) proroga dello stato di emergenza: quando finisce e cosa comporta? Ecco cosa prevede la legge