venerdì, 22 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Cashback come pagare nei negozi...

Cashback come pagare nei negozi aderenti, le transazioni valide, l’app IO

I dubbi più comuni sul cashback: bisogna pagare con l'app IO? Come fare per ottenere il bonus nei negozi aderenti? Quali sono le transazioni valide?

-

Inizia la corsa agli “acquisti elettronici” con un boom di registrazioni sull’app IO, ma come pagare, con il cashback di Stato in pieno svolgimento, quali sono i negozi aderenti e le transazioni valide per ottenere il rimborso del 10% sui propri acquisti? La partenza del piano cashless, pensato per favorire l’uso della moneta elettronica, inizialmente era stata fissata a gennaio, ma il governo ha deciso di anticipare la prima iniziativa già a dicembre 2020, con l’extra cashback di Natale.

Per il cashback non bisogna pagare con l’app IO, ecco come fare

Rispondiamo subito a un dubbio comune: non bisogna pagare tramite l’app IO, per ottenere il cashback del 10%, ma basta registrare le proprie carte sull’applicazione e poi fare acquisti nei negozi fisici aderenti usando il bancomat, la prepagata o la carta di credito che abbiamo precedentemente inserito su IO. Non è necessario mostrare l’app IO al momento del pagamento, perché il cashback funziona in modo automatico, e l’applicazione non consente pagamenti elettronici in negozio.

Niente paura quindi se, registrando il bancomat sull’app nella sezione “metodi di pagamento” compare il messaggio “Le carte Pagobancomat non consentano di pagare tramite IO”: è possibile partecipare senza problemi al cashback di Stato, ma non usare quella stessa carta per pagare i servizi pubblici attraverso l’applicazione (ad esempio la tassa sui rifiuti del proprio Comune, una multa e via dicendo).

Dal Bancomat al Bancoposta: con quali carte e app si può pagare

Se si è maggiorenni, si può partecipare al cashback registrando sulla app IO le proprie carte di pagamento, anche più di una senza alcun numero massimo: bancomat (ossia circuito Pagobancomat), carte di debito che si appoggiano a circuiti internazionali, carte prepagate, carte fedeltà per il pagamento di circuiti privati, app di pagamento. Per alcune però bisognerà aspettare che il sistema vada a regime, ad esempio per chi usa Google Pay e Apple Pay per pagare con il telefonino: in questi casi il cashback scatterà da gennaio in poi.

Al momento ecco quali sono le carte abilitate all’extra cashback di Natale:

  • American Express
  • Maestro
  • Pagobancomat
  • Postamat, Bancoposta e Postepay (per il circuito Maestro si può aderire dall’app Bancoposta)
  • Mastercard
  • Visa e Carta V-pay
  • App Bancomat Pay
  • App Satispay

Al momento sono quindi sono esclusi i circuiti Diners e JCB, le app Samsung Pay, PayPal, Google Pay e Apple Pay, mentre per alcuni Pagobancomat con circuito internazionale Maestro e V-Pay è previsto un’abilitazione parziale al cashback. Le carte supportate saranno via via aggiornate ed è possibile controllare sul sito Cashless Italia quelle aderenti.

Come pagare con la carta: i negozi aderenti e le transazioni valide per il cashback

Come detto, per ottenere il rimborso del 10% basta pagare con la propria carta, registrata sull’app IO, nei negozi fisici aderenti o per l’opera degli artigiani (idraulico, elettricista, ecc), non valgono gli acquisti online o per l’attività d’impresa o professionale oppure gli addebiti ricorrenti come quelli delle bollette (qui le spese che rientrano nel cashback). Le attività commerciali devono però essere dotate di POS (ossia del lettore delle carte) collegati a circuiti abilitati per il cashback, quelli che in gergo vengono chiamati “acquirer convenzionati”.

Non esiste un elenco dei negozi aderenti, in sostanza basta chiedere al commerciante se il sistema di pagamenti elettronici a cui si affida è abilitato per il cashback, quelli che consentono la partecipazione all’iniziativa sono i più diffusi: American Express, Axepta BNL, Banca Sella, Bacomat pay, Icrrea, Nexi Pay, PagoBancomat, Poste italiane, Satispay, Unicredit. E’ comunque possibile controllare sull’App IO il numero di transazioni valide per il cashback e la cifra spesa. I dati non vengono aggiornati in tempo reale, ma sono necessari fino a 3 giorni.

Per ottenere l’extra cashback di Natale bisogna fare almeno 10 transazioni elettroniche nei negozi aderenti, dall’8 al 31 dicembre. Il rimborso del 10% sarà pagato a febbraio sul conto corrente indicato durante la registrazione, e il bonus potrà arrivare fino a un massimo di 150 euro. Quindi la spesa massima su cui conteggiare il rimborso è di 1.500 euro, mentre per la singola transazione elettronica si ottiene il cashback su una cifra di 150 euro al massimo.

Bonus scontrini: come funziona la lotteria e come richiedere il codice

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: oltre 13.000 casi e 472 morti

I dati del 20 gennaio dal bollettino sul coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia e quanti morti?

Multa Covid: come fare ricorso (ma si rischia il raddoppio della sanzione)

Fare ricorso al Prefetto non sempre conviene, anche quando viene notificata una multa per non aver rispettato le regole anti-Covid del Dpcm

Fiorentina, contro il Crotone è un’altra sfida salvezza

I viola provano a ripartire dopo la brutta sconfitta a Napoli. Preso l’attaccante Kokorin: le probabili formazioni di Fiorentina - Crotone

Covid 22 gennaio, Toscana: i dati di oggi, nuovi contagi sotto quota 500

Scendono leggermente i contagi e il tasso di positività: i dati del bollettino della Regione sul Covid in Toscana, aggiornati a oggi, 22 gennaio. Segno meno per i ricoverati. 16 i morti