giovedì, 24 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Cibo da asporto, via libera...

Cibo da asporto, via libera alla vendita per tutti i ristoranti in Toscana

Un'ordinanza della Regione Toscana autorizza il take away: tutti i ristoranti potranno vendere cibo da asporto, ma solo su prenotazione

-

Via libera alla vendita di cibo da asporto per tutti i locali e i ristoranti della Toscana, ma solo su ordinazione online o per telefono: lo stabilisce l’ordinanza 41 firmata oggi dal presidente della Regione Enrico Rossi.

Take away (ma solo su prenotazione) in Toscana

I ristoranti e i locali, anche artigianali, potranno vendere cibo da asporto, a patto di raccogliere prima la prenotazione e dare ai clienti un appuntamento, in modo da evitare gli assembramenti sia all’interno che all’esterno. Si potrà prenotare il cibo sia online che per telefono.

L’ordinanza del presidente della Regione Toscana dispone inoltre che i clienti dovranno restare all’interno dei locali solo il tempo strettamente necessario alla consegna del cibo take away da asporto e al pagamento. Dovranno poi uscire subito dopo. Resta vietata ogni forma di consumo sul posto.

L’ordinanza 41 della Regione Toscana

Tra gli altri contenuti dell’ordinanza 41 c’è la conferma della possibilità di vendere di semi, piante, fiori ornamentali e piante in vaso. Una disposizione già stabilita da un precedente atto e che vale anche per gli esercizi commerciali specializzati.

Confermata anche la possibilità di vendere calzature per bambini, sia nei negozi specializzati solo in calzature per l’infanzia che in quelli di abbigliamento per bambini.

L’ordinanza ribadisce poi che i distributori di benzina e carburante potranno continuare a funzionare con la presenza del gestore, che potrà determinare liberamente l’orario del servizio.

Negozi chiusi il 25 aprile e il 1° maggio

Si conferma anche che il 25 aprile e il 1 maggio tutti i negozi resteranno chiusi come previsto dall’ordinanza 37.

Con l’unica eccezione proprio dei negozi di alimentari e dei ristoranti, che potranno restare aperti per preparare cibo da asporto. Oltre a questi, saranno aperte edicole, farmacie e parafarmacie.

I negozi aperti (e quelli chiusi) il 25 aprile e il 1 maggio in Toscana

Asporto e take away in Toscana, il testo dell’ordinanza 41 (formato pdf e Word)

Il testo completo dell’ordinanza 41 firmata dal presidente della Regione Toscana è disponibile qui in formato pdf e Word.

Ultime notizie

Smart working: cosa cambia dopo il 15 ottobre (senza la proroga)

Le regole per il lavoro agile nel settore privato e quelle per i genitori con meno di 14 anni

Torna La rondine di Puccini al Teatro del Maggio Fiorentino

La stagione lirica del teatro fiorentino continua, dopo il successo del Rinaldo, con "La Rondine" di Giacomo Puccini

Maglieria uomo, tutte le novità per l’autunno

È arrivato il momento del cambio di stagione: i consigli su come "rinfrescare" il proprio guardaroba

Firenze Marathon 2020 annullata, la maratona torna nel 2021

Quando si terrà la 37esima edizione della gara e cosa succede per chi ha già fatto l'iscrizione