venerdì, 25 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Consorzio bonifica: contributo in ritardo...

Consorzio bonifica: contributo in ritardo a Firenze, quando va pagato

Entro quando va pagata la "bolletta" del contributo di bonifica. Per un problema tecnico i bollettini sono arrivati in ritardo: prorogata la data di scadenza

-

A Firenze, come anche a Prato e Pistoia, 500 mila cittadini si stanno vedendo arrivare la “bolletta” del Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno con una sorpresa sulla data entro cui va pagato il contributo di bonifica: al momento della consegna, l’avviso risulta già scaduto. La causa? Un problema tecnico nelle fasi di stampa e spedizione degli avvisi da parte del gruppo Poste.

Consorzio Medio Valdarno, contributo di bonifica entro quando va pagato a Firenze, Prato e Pistoia

Per questo il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno ha deciso di prorogare la data di scadenza del pagamento dal 16 gennaio, come riportato sui bollettini postali, al 17 febbraio 2020. “C’è tempo per adempiere alla richiesta con tranquillità e senza alcun problema – assicurano dal Consorzio  – quello che arriva a casa è una semplice comunicazione nella quale sono indicati importi e modalità di versamento che ciascun consorziato proprietario di immobili nella media valle del Fiume Arno deve versare”.

Contributo di bonifica: cos’è e chi deve pagarlo

Il contributo di bonifica è obbligatorio?

I Consorzi di bonifica, obbligatori per legge, sono formati da tutti i proprietari di immobili e di terreni per salvaguardare i loro beni dal rischio di allagamenti ed esondazioni dei fiumi. Il contributo di bonifica, che deve essere pagato ogni anno dai proprietari di immobili, serve per suddividere in modo proporzionale tra tutti le spese effettuate per la manutenzione delle opere idrauliche, dei fiumi, dei torrenti e dei fossi. Il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno, in particolare, si occupa dei corsi d’acqua che interessano le città di Firenze, Pistoia, Prato, Empoli e le campagne di Valdelsa, Mugello, Valdisieve e Chianti, le vallate dell’Ombrone Pistoiese e dei comuni a nord di Siena.

Tra queste opere ci sono ad esempio 64 casse di espansione (molte delle quali sono entrate in funzione lo scorso novembre in seguito alla piena dell’Arno, per diminuire il livello del fiume), ma anche interventi per la pulitura degli argini dalla vegetazione.

Contributo bonifica Firenze 2020 Consorzio Medio Valdarno lettera bolletta
Una delle lettere che il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno sta facendo recapitare

Le informazioni sul Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno

Per quanto riguarda l’importo del contributo di bonifica, nell’85% dei casi è sotto i 50 euro. “È grazie al contributo di bonifica che si riesce ogni anno a mettere in campo circa 19 milioni di investimenti in sicurezza idraulica a cui si sommano poi finanziamenti regionali e nazionali”, spiegano dal Consorzio di Bonifica. Per informazioni è possibile chiamare il numero gratuito 800672242 o visitare il sito del Consorzio Medio Valdarno.

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin