mercoledì, 30 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Coronavirus isolato a Siena: è...

Coronavirus isolato a Siena: è la prima volta in Toscana

L'unità di virologia dell’Aou di Siena ha isolato il SARS-Cov2, coronavirus responsabile del Covid 19: è la prima volta in Toscana

-

Per la prima volta in Toscana, a Siena è stato isolato il SARS-Cov2, virus della famiglia dei coronavirus responsabile della pandemia di Covid 19. Un risultato raggiunto dall’Unità operativa complessa di microbiologia e virologia dell’Aou senese, guidata dalla professoressa Maria Grazia Cusi.

Perché è importante isolare il coronavirus? “Perché – spiega la professoressa Cusi in una nota – permette alla comunità scientifica di studiare l’agente patogeno, valutarne la virulenza e testare possibili farmaci antivirali e vaccini“. Isolarlo significa in pratica poterne osservare meglio le caratteristiche e i comportamenti. Conoscere meglio il virus per trovare nuovi modi per contrastarlo.

Covid, sanificazione obbligatoria degli ambienti nelle aziende: ok al “fai da te”

Toscana, coronavirus isolato a Siena

“Siamo riusciti ad isolare il virus – spiega ancora Cusi – utilizzando tecniche di virologia di base, che sono importanti quando è necessario studiare virus nuovi emergenti. Studiare la patogenesi dell’infezione permette di capire come il virus si replica all’interno dell’ospite e causa malattia. Ad oggi conosciamo la natura del virus, la sua struttura, la malattia che può causare, ma c’è ancora molto da capire. È un virus nuovo ed emergente e, per combatterlo, bisogna conoscere bene il nemico”.

I prossimi passi della ricerca? “Coltivare il virus su colture cellulari –spiega Cusi – in quantità tali da poterlo caratterizzare ed usare per valutare l’attività antivirale dei nuovi farmaci. Studiare l’efficacia dei vaccini sperimentali in vivo, su modelli animali, valutare la presenza di anticorpi protettivi in soggetti immuni”.

Test sierologico, prosegue lo screening: chi deve farlo e dove si può fare in Toscana

Grazie a questo risultato la comunità scientifica potrà ora “studiare l’agente patogeno, valutarne la virulenza e testare possibili farmaci antivirali e vaccini”.

Conoscere il virus per imparare a combatterlo

“La lotta al Covid-19 passa anche attraverso la conoscenza”, commenta il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. “Per questo – aggiunge nella nota – è una notizia importante che l’équipe di microbiologia e virologia dell’Aou senese abbia isolato il virus SARS-Cov2. Questo ci rende molto orgogliosi. Da settimane i laboratori di microbiologia della Toscana stanno compiendo un grande lavoro. Ogni giorno analizzano migliaia di tamponi e di test sierologici. Nonostante questa mole di attività, medici come la professoressa Cusi hanno avuto anche il tempo e la capacità di isolare il virus”.

Ultime notizie

Gli effetti del coronavirus su Firenze (e le prospettive per il futuro)

Dall'overturism all'azzeramento dei flussi. I problemi dell'export e la zavorra della burocrazia. Intervista al professor Aiello, economista e docente dell’Università di Firenze

Collaboratori sportivi, arriva il bonus da 600 euro per giugno 2020

Pubblicato, dopo più di un mese di ritardo, il decreto attuativo: come funziona l'indennità e come fare domanda alla società Sport e Salute

Trekking: la rinascita della “Via degli Dei”, da Firenze a Bologna

Da Bologna a Firenze a piedi, attraversando l’Appennino: è la Via degli Dei, un percorso dalla storia millenaria. Firmato un protocollo per promuovere il turismo slow

Il rischio di sospensione del campionato di Serie A per i positivi Covid

Dopo i 14 giocatori del Genoa risultati positivi al coronavirus ci si interroga su come mettere in sicurezza il mondo del pallone