domenica, 1 Agosto 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCosa cambia dal 28 giugno...

Cosa cambia dal 28 giugno in zona bianca per mascherine e discoteche

Cosa si può fare e cosa no da lunedì: le regole per mascherine e locali in vigore dal 28 giugno 2021

-

Dal 28 giugno 2021 via le mascherine “open air”: da oggi una nuova ordinanza cambia le regole del vecchio Dpcm e in zona bianca si può stare senza mascherina all’aperto, quando non c’è rischio di assembramenti e se si rispetta la distanza interpersonale, ma resta l’obbligo di portarla sempre con sé e di usarla al chiuso. Con il provvedimento firmato dal ministro della Salute Roberto Speranza, da lunedì cade un’altra delle misure simbolo della fase più dura dell’emergenza Covid, quella che imponeva di indossare questi dispositivi di sicurezza anche all’aria aperta. Dal 28 giugno non ci saranno ancora novità per le discoteche: bisognerà aspettare per tornare a ballare nei locali notturni.

Cosa cambia dal 28 giugno 2021: il vecchio Dpcm e le nuove regole per stare senza mascherina

L’obbligo di indossare sempre la mascherina all’aperto è stato introdotto dallo scorso ottobre, prima per decreto legge e poi con i vari Dpcm che sono seguiti: con il 28 giugno 2021, l’ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza cambia le regole in zona bianca. Da lunedì si può stare senza mascherine all’aperto, ma va sempre mantenuta la distanza di sicurezza dalle altre persone non conviventi. Ci sono però dei casi in cui da lunedì, si deve tornare a tirare su la maschera, in particolare:

  • la mascherina va indossata all’aperto quando c’è il rischio di assembramenti, nei luoghi affollati e dove non può essere rispettata la distanza dalle altre persone
  • obbligo di indossare le mascherine negli spazi all’aperto degli ospedali e delle strutture sanitarie
  • non si può stare senza mascherina in presenza di persone di cui si conoscono le condizioni di fragilità o che sono immunodepresse

Qui il testo dell’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 giugno. In Campania un’ordinanza regionale impone l’utilizzo della mascherina anche all’aperto in ogni luogo che non sia isolato, come nei centri urbani, nelle piazze e sul lungomare.

Fino a quando l’obbligo delle mascherine al chiuso

Dunque in zona gialla resta l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto, ma dal 28 giugno tutta Italia è tutta bianca, anche la Valle d’Aosta, e quindi ovunque sul territorio nazionale si può fare a meno di metterla all’aria aperta. Obbligatorio indossare la mascherina al chiuso e in macchina, se con noi viaggiano persone non conviventi: in questo caso si può stare al massimo in 3 in auto.

L’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza specifica che in zona bianca resta l’obbligo di portare con sé le mascherine e indossarle al chiuso, come nei negozi, sui mezzi di trasporto e in ufficio: non dice però fino a quando rimarrà questa norma. Con tutta probabilità le toglieremo infatti solo quando la pandemia sarà un ricordo. Nonostante la campagna vaccinale vada avanti, spaventano le varianti, in particolare la mutazione Delta o “indiana”. Al momento le misure anti-Covid decadono il 31 luglio e il governo sta decidendo se prorogare lo stato di emergenza.

Dal 28 giugno discoteche aperte, ma ancora senza ballare

Sebbene non ci sia più il coprifuoco, in zona bianca le discoteche possono stare aperte ma solo come ristoranti o bar, ancora le danze non sono consentite e non lo saranno dal 28 giugno. Nelle ultime ore il Cts, il comitato tecnico scientifico, ha avallato il protocollo per la riapertura, dal green pass per accedere ai locali da ballo, alle regole per le piste all’aperto e al chiuso, adesso serve un provvedimento del governo. Le date  ipotizzate per la ripartenza del settore sono quelle del 1°, 5 o 10 luglio 2021.

Cosa cambia del Dpcm dal 28 giugno 2021 in zona bianca: mascherine, coprifuoco, locali

In sintesi cosa si può fare e cosa no da lunedì 28 giugno in zona bianca e cosa cambia del vecchio Dpcm:

  • Spostamenti – il coprifuoco resta abolito, si può circolare liberamente durante la notte, non c’è un limite orario per la chiusura dei locali notturni. È consentito viaggiare tra regioni
  • Via le mascherine all’aperto – dal 28 giugno si può stare senza all’aria aperta, se non c’è il rischio di assembramenti
  • Obbligo di mascherine al chiuso, come nelle aree all’aperto delle strutture sanitarie e in presenza di casi conclamati di persone fragili o con immunodeficienza
  • Mascherina obbligatoria in macchina, se sono presenti persone non conviventi
  • Possono stare aperte tutte le attività, comprese le piscine al chiuso, i centri benessere e le terme, ma non le discoteche per i balli

Ultime notizie