lunedì, 23 Maggio 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaSenza mascherina al supermercato: serve...

Senza mascherina al supermercato: serve ancora o non è obbligatoria?

Le nuove regole sulla mascherina obbligatoria e le risposte ai dubbi più comuni: dove serve e dove si può togliere dal 1 maggio 2022. Dal supermercato ai negozi, dalla scuola ai luoghi di lavoro

-

Cambiano le regole. Dal 1 maggio 2022 un’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza ha stabilito dove bisogna tenere i dispositivi di protezione delle vie aeree al chiuso e dove invece si può togliere la “maschera”: quindi serve ancora la mascherina al supermercato, a scuola, sul posto di lavoro, nei centri commerciali o si può stare senza perché non è più obbligatoria? Ecco le risposte ai dubbi più comuni sulle nuove norme.

Mascherina al supermercato e nei centri commerciali: serve ancora o si può stare senza?

Dal 1 maggio 2022 la mascherina non è più obbligatoria quando si va come clienti nei negozi, nei supermercati e nei centri commerciali: è possibile entrare senza i dispositivi di protezione. Dopo più di due anni dall’introduzione della restrizione con un Dpcm dall’allora governo Conte, questo dispositivo di protezione delle vie aree non serve più nei luoghi al chiuso dove si fanno acquisti. Il suo uso è raccomandato, ma non imposto dalla legge. Insomma, in parole povere, dipende da scelte personali. Ovviamente, se ci si sente più sicuri, quando si va al supermercato – anche senza obbligo – è possibile mettere la mascherina.

Obbligo di mascherina sui luoghi di lavoro dal 1 maggio 2022. Supermercati, uffici pubblici, aziende: dove serve

Per quanto riguarda i luoghi di lavoro invece le regole sono diverse e in alcuni casi serve ancora la mascherina: per chi è impiegato in supermercati, negozi, parrucchieri, uffici pubblici, attività aperte al pubblico l’uso dei dispositivi di protezione è stabilito dai diversi protocolli Covid. Il 4 maggio in una riunione tra Inail, parti sociali, associazioni di categoria ministeri, del Lavoro, della Salute e dello Sviluppo economico è stata affrontata la questione.

Almeno fino al 30 giugno 2022, nel settore privato vengono prorogati i protocolli Covid e quindi le mascherine sono obbligatorie per i lavoratori nel caso si condividano gli ambienti, al chiuso e all’aperto. Non sono previste però sanzioni disciplinari per i dipendenti, mentre le aziende rischiano multe dall’Ispettorato di lavoro in caso di inosservanza delle norme. Quindi si crea un paradosso. Al supermercato, come nei negozi, nei centri commerciali, nei bar e ristoranti, i lavoratori indossano i dispositivi di protezione, mentre i clienti possono stare senza mascherina.

Dove serve ancora la mascherina Ffp2 fino al 15 giugno 2022 e dove si può togliere

Dal 1 maggio 2022 la mascherina si può togliere quindi in molti luoghi al chiuso, ad esempio quando si va in palestra o allo stadio, ci sono però dei luoghi dove serve ancora e dove resta obbligatoria fino al 15 giugno 2022. Ecco la lista dei posti dove bisogna tenere l’Ffp2 secondo l’ultima ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza:

  • mezzi pubblici (aereo, treni, navi, traghetti, autobus, pullman, scuolabus, tram, metropolitane)
  • spettacoli al chiuso (cinema, teatri, sale da concerto e di musica dal vivo)
  • eventi sportivi al chiuso (palazzetti dello sport, ma non allo stadio essendo questo un luogo all’aperto)
  • ospedali, strutture sanitarie e Rsa (è sufficiente la chirurgica)

Sul sito del governo si trovano nel dettaglio le norme sulle mascherine.

E a scuola si può togliere?

Sì, a scuola l’obbligo di mascherina resta fino al termine dell’anno scolastico 2021/2022: per andare a lezione non si può togliere e serve almeno quella chirurgica, anche dopo il primo maggio. Ovviamente, è possibile indossare le Ffp2, per una maggiore protezione. Sono esentati dall’obbligo – come negli altri luoghi al chiuso dov’è rimasta la restrizione – i bambini sotto i 6 anni di età e le persone che per invalidità o patologia non possono indossare la mascherina.

Ultime notizie