Una pista ciclabile da Firenze a Prato, una vera autostrada per biciclette a quattro corsie e lunga oltre 38 chilometri. È un investimento da 7 milioni di euro quello previsto dall’accordo di programma per il Parco della Piana, sottoscritto da tutti gli enti locali del territorio per favorire la mobilità sostenibile e incentivare l'uso di mezzi di trasporto alternativi all'auto.

La “ciclostrada” sarà collegata direttamente a tutto il reticolo di ciclopiste già presenti nel Parco della Piana, nei centri abitati e nelle aree produttive che attraversa. Verrà realizzata grazie a un finanziamento della Regione Toscana al quale si aggiungeranno cofinanziamenti da parte dei Comuni che hanno sottoscritto l’accordo (Firenze, Prato, Poggio a Caiano, Carmignano, Sesto Fiorentino, Calenzano, Campi Bisenzio, Signa), della Città metropolitana di Firenze e della Provincia di Prato, ai quali spetterà la gestione e la manutenzione delle opere una volta completate. I lavori saranno portati a termine entro la fine del 2021.

“La mobilità sostenibile, di cui la bicicletta è una parte fondamentale, è una delle priorità della Regione Toscana”, ha detto l’assessore regionale alla mobilità Vincenzo Ceccarelli. “Abbiamo destinato risorse importanti alla realizzazione di un complesso ed esteso sistema ciclabile nella Piana. Con questi quasi 7 milioni, siamo a oltre 13 milioni di euro di investimenti da parte della Regione. La ciclopista della Piana consentirà di poter fruire del Parco della Piana in bici, oltre che a piedi, ma rappresenterà anche un metodo alternativo all'uso dell'auto per effettuare buona parte degli spostamenti quotidiani, verso il lavoro o verso la scuola”.