venerdì, 28 Gennaio 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaGreen pass per guariti di...

Green pass per guariti di Covid: estensione durata e proroga a 12 mesi?

Si discute sull'estensione della durata del green pass a 12 mesi per i guariti di Covid: al momento la validità del certificato resta di 6 mesi, con un'eccezione per chi ha avuto il coronavirus dopo il vaccino

-

Estensione della durata del green pass a 12 mesi per i guariti di Covid, c’è ancora da aspettare per la proroga. Il governo dovrà valutare il da farsi. Quindi quanto dura oggi il green pass per chi ha avuto il Covid? Qualche novità c’è, ma solo per i vaccinati. Il nuovo decreto legge, che prevede la certificazione verde sui luoghi di lavoro, ha chiarito le regole anche per chi è stato colpito dalla malattia dopo il vaccino.

Green pass: la durata per i guariti di Covid, no (per ora) all’estensione a 12 mesi per chi ha avuto la malattia

Attualmente per i soggetti guariti dal Covid, senza vaccino, la durata del certificato verde resta di 6 mesi (180 giorni): la legge di conversione del primo decreto green pass prevede un allungamento dei tempi di validità della carta verde solo per le persone che hanno finito il ciclo vaccinale, da 9 a 12 mesi, ma non una proroga per chi ha avuto il coronavirus.

I gruppi spontanei di guariti di Covid denunciano però un paradosso. Da una parte una circolare del Ministero della Salute dà loro la possibilità di fare il vaccino entro un anno dall’infezione, lasso di tempo in cui quindi sono considerati ancora immunizzati, dall’altra per i guariti dal Covid il green pass è valido solo 6 mesi come se non fossero più protetti dal virus trascorsi 180 giorni dalla malattia.

Quando la proroga del green pass per i guariti

Durante la conversione in legge del primo decreto sul certificato verde, Camera e Senato hanno approvato degli ordini del giorno che impegnano il governo a valutare l’estensione della validità del green pass, per chi è guarito dal Covid ma è senza il vaccino, dagli attuali 180 giorni a 12 mesi. Se il governo varasse questa “proroga”, chi ha passato l’infezione da Covid sarebbe equiparato ai vaccinati con doppia dose, per i quali è già scattata l’estensione della validità del certificato a 365 giorni dalla seconda somministrazione (o dalla prima, per il monodose Johnson & Johnson).

Toccherà quindi al governo Draghi prendere una decisione in materia, sentito il Cts, il comitato tecnico-scientifico sul coronavirus. Dopo l’eventuale parere positivo degli esperti, l’esecutivo – per modificare le regole – dovrebbe varare un nuovo provvedimento, ad esempio un decreto legge per il prolungamento della validità della carta verde.

Validità e scadenza: quanto dura il green pass per i guariti di Covid (senza proroga)

Dunque, secondo le regole attuali e fin quando il tempo di validità non sarà esteso, il green pass per i guariti dal Covid dura 180 giorni (circa 6 mesi) dal primo tampone molecolare positivo. Il periodo viene infatti conteggiato da quando è stata documentata l’infezione e non dalla guarigione dalla malattia.

Chi è guarito può richiedere il green pass solo quando la certificazione di fine isolamento viene trasmessa dal medico di famiglia o dall’Asl al sistema centrale. La piattaforma invia poi al paziente l’Authcode via sms o mail, da usare sul sito internet www.dgc.gov.it per scaricare il certificato.

Il vaccino e la carta verde per chi ha avuto il coronavirus

Per chi invece è risultato positivo al Covid dopo la prima dose di vaccino, il Ministero della Salute in una circolare (qui il pdf) ha chiarito quando si ha diritto al green pass e quando no. Se l’infezione di coronavirus viene confermata da un tampone molecolare effettuato entro 14 giorni dalla prima dose di vaccino, è necessario fare anche la seconda dose entro 6 mesi per essere completamente immunizzati.

Per chi viene colpito dal Covid tra la prima e la seconda dose, nel periodo che va oltre il 14esimo giorno dalla somministrazione, non è necessario fare il richiamo. L’infezione vale come conclusione del ciclo di immunizzazione. In questo caso una seconda somministrazione del vaccino, chiarisce il Ministero della Salute, “non è comunque controindicata”. La durata del green pass per chi ha avuto il Covid dopo 14 giorni dalla prima dose o dopo il richiamo del vaccino è stata estesa a 12 mesi dal terzo decreto legge sul green pass, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 21 settembre.

Quanto dura il green pass per ha avuto il Covid, in sintesi

Facciamo allora chiarezza sulla durata del green pass per i guariti di Covid:

  • Guariti di Covid negli ultimi 6 mesi, non vaccinati – il green pass dura 180 giorni (circa 6 mesi), non c’è estensione o proroga al momento. I 6 mesi dall’infezione si contano dal primo tampone positivo e non dalla data di guarigione
  • Chi ha avuto il Covid entro 14 giorni dalla prima dose di vaccino – il green pass dura 6 mesi, come gli altri guariti. È necessario fare il richiamo entro 6 mesi
  • Chi ha avuto il Covid dopo 14 giorni dalla prima dose di vaccino o dopo la seconda – per questi guariti il green pass dura 12 mesi “a decorrere dall’avvenuta guarigione” dice il decreto legge 127/20211

Per dubbi si rimanda alle FAQ del sito del governo sul green pass.

Ultime notizie