L’ex teatro comunale di Firenze si trasformerà in un isolato di lusso con 150 nuovi appartamenti: al posto della sala principale e del ridotto, che saranno demoliti, verranno costruiti tre nuovi edifici, ma diminuendo l'impatto del cemento.

La facciata del teatro verrà mantenuta come alcune porzioni dei fabbricati esistenti, visto che sono strutture tutelate. La giunta comunale di Firenze ha dato il via libera al piano di recupero, i primi lavori potrebbe scattare già a fine anno, secondo le previsioni di Palazzo Vecchio.

Il progetto per l'ex teatro comunale

Il 95% dell’area sarà destinata a case e il 5% a uffici. In questo piano è prevista poi, grazie  alle opere di urbanizzazione, la riqualificazione dell’intera area tra corso Italia e via Solferino, in base al disegno del Poggi. Ad esempio sarà recuperata la lunga “passeggiata pedonale” che esiste al centro di via Solferino, mentre il nuovo isolato sarà attraversato da nuovi spazi aperti pubblici.

“Si tratta di uno straordinario intervento di riqualificazione e rigenerazione urbana – ha commentato l’assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini – che riduce l’edificato da 21mila iniziali a 15mila metri quadrati, riducendo lo spazio costruito”. L’ex teatro comunale è stato venduto nel 2014 da Palazzo Vecchio a Cassa Depositi e prestiti, che ora è in trattativa per la cessione a un fondo americano.

Ex teatro comunale Firenze progetto piano recupero