Tramvia Firenze linea 2 Sesto Fiorentino
La linea 2 della tramvia di Firenze

La linea 2 della tramvia un domani arriverà anche al Polo scientifico di Sesto Fiorentino: se tutto andrà per il verso giusto nel 2025 i convogli sfrecceranno sul nuovo percorso tra l’aeroporto di Firenze e il centro di Sesto. Ecco la novità nel progetto: la T2.2 non si fermerà solo nel quartiere universitario come previsto inizialmente, ma avrà il capolinea vicino all’abitato della cittadina.

Il tracciato, frutto di uno studio preliminare, è stato presentato nell’aula magna del polo sestese dell’Università di Firenze dai Comuni di Firenze e Sesto, insieme alla Regione Toscana. L’inizio del percorso della linea 2.2  (aeroporto – scuola Marescialli – Mercafir – stazione di Castello – centro commerciale Coop.fi) è deciso, la fine pure, mentre resta da sciogliere un nodo intermedio: il percorso del tram a servizio del polo scientifico sestese.

Sul tavolo ci sono 2 ipotesi, quella che sarà scelta dovrà passare poi l’esame della fattibilità tecnico-economica, infine scatterà la progettazione vera e propria.

Tramvia, linea 2.2: la “partenza”, dall’aeroporto a Sesto Fiorentino

Secondo l’ipotesi progettuale, la futura linea 2.2 dopo l’attuale capolinea all’aeroporto di Peretola si dirigerà verso la scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri, costeggiando la nuova viabilità prevista dalla variante al piano urbanistico di Castello (la “mappa” che ridisegnerà la zona, con la nuova Mercafir, studentato, housing sociale e un grande parco). Poi toccherà il nuovo mercato Ortofrutticolo, vicino via Mario Luzi, e correrà parallela alla rete ferroviaria.

In seguito i binari “salteranno” il canale di Cinta, passeranno nel sottopasso di via Luzi e proseguiranno fino alla stazione di Castello, entrando nel territorio comunale di Sesto Fiorentino. Qui i binari della linea 2 della tramvia correranno paralleli a quelli dei treni fino all’altezza del centro commerciale Coop.fi e del centro di meccanizzazione delle Poste (via dei Frilli) per poi deviare verso il Polo Scientifico, passando in un terreno ad oggi non edificato.

Polo Sesto fiorentino percorso tramvia linea 2.2
La presentazione del percorso della linea 2 della tramvia verso Sesto Fiorentino

Ipotesi 1: tram su via Pasolini (Sesto)

Dopo questo primo tratto ci sono 2 ipotesi per servire a il Polo di Sesto Fiorentino. Il percorso più breve, circa 5 chilometri e mezzo per 10 fermate compreso il capolinea, è chiamato dai tecnici “alternativa Pasolini” e passa vicino al Polo scientifico di Sesto ma non entra dentro il quartiere universitario.

In questa ipotesi il tram viaggerà in mezzo a via Pasolini, che sarà allargata, e si fermerà a circa 500 metri dal Polo universitario, mentre un braccio ferrato di servizio condurrà i convogli al futuro deposito, da costruire un terreno vicino. In questo caso sono previsti 3 milioni e 200mila passeggeri l’anno.

Ipotesi 2: tramvia “dentro” il Polo di Sesto fiorentino

La seconda variante allo studio è più lunga, 6,8 chilometri per un totale di 12 fermate compreso il capolinea, ed è chiamata “Polo” perché prevede che il percorso della linea 2 della tramvia entri nel Polo scientifico di Sesto Fiorentino, con due fermate, una a servizio anche del nuovo liceo. In questo caso sono previsti 3 milioni e 200mila passeggeri l’anno.

Capolinea della linea 2 della tramvia vicino al centro di Sesto Fiorentino

Stabilita, come detto, la parte finale del percorso della linea 2 della tramvia verso Sesto Fiorentino. Dopo il Polo scientifico i convogli da via Pasolini gireranno in via Neruda e andranno verso il centro percorrendo viale dei Mille, alla fine del quale è previsto il capolinea della T2.2,  a poca distanza dall’Istituto Calamandrei.

“Adesso vanno affrontate le questioni più importanti, sia progettuali che economiche – ha commentato il sindaco di Sesto Lorenzo Franchi – ma intanto abbiamo dato il via ad un percorso (che durerà qualche anno) che fornirà il nostro territorio di uno strumento che, dove adottato, ha portato importanti benefici e un oggettivo miglioramento della viabilità e quindi anche dello stile di vita e della salute di tutti”.

Le nuove linee della tramvia di Firenze

”L’estensione a Sesto Fiorentino rappresenta un tassello fondamentale per il sistema tranviario – ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella – . Con il tram infatti le principali sedi dell’Università fiorentina saranno collegate grazie a un mezzo di trasporto pubblico efficiente ed ecologico che, come testimoniano i numeri dei passeggeri delle linee già in funzione, risulta molto gradito ai cittadini”.

Mappa sistema tramvia Firenze

Allo studio ci sono altri potenziamenti della rete ferrata fiorentina: la linea 3.2 della tramvia verso Bagno a Ripoli e la linea 4 tra Porta a Prato e Le Piagge con una possibile estensione verso Campi Bisenzio.