martedì, 28 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaMaltempo, situazione e livello dell'Arno:...

Maltempo, situazione e livello dell’Arno: passata la piena

Dispersi nella Città metropolitana di Firenze, migliaia di persone senza elettricità, scuole chiuse in molti comuni, ma non a Firenze. La situazione più critica a Campi Bisenzio

-

- Pubblicità -

La situazione del fiume Arno rimane sotto sorveglianza, dopo il maltempo che si è abbattuto sulla Toscana: nella mattinata di oggi, 3 novembre 2023, è passata la piena a Firenze. Nella Città metropolitana ci sono 3 dispersi, migliaia di persone sono senza elettricità.

La piena dell’Arno a Firenze: la situazione

La piena dell’Arno è passata a Firenze durante la mattinata, con un colmo sotto il primo livello di guardia fissato a tre metri, senza causare particolari problemi. Nelle prime ore del mattino si è registrato il colmo di piena del principale affluente del fiume, la Sieve, con oltre 300 metri cubi al secondo, che nelle scorse ore ha rotto gli argini anche tra Dicomano e Contea invadendo alcuni campi. A preoccupare sono soprattutto gli effetti della piena dell’Arno sugli affluenti e sui torrenti, ha detto l’assessore regionale alla protezione civile Monia Monni. La quantità di pioggia caduta durante la notte in Toscana non si registrava da più di 100 anni, ha fatto sapere il presidente della Regione Eugenio Giani.

- Pubblicità -

La situazione dell’Arno è sotto controllo – ha dichiarato il sindaco di Firenze Dario Nardella – tutto il reticolo fluviale collegato all’Arno è fuori pericolo, però la situazione più difficile è a Campi Bisenzio dove abbiamo un disperso e tante famiglie sfollate. Stiamo inviando una colonna mobile a Campi Bisenzio con la protezione civile di Firenze e inoltre stiamo incrementando le squadre di volontari con le idrovore e con i mezzi per la pulizia della viabilità”. A Firenze si sono verificate cadute di alberi a seguito delle intense raffiche, fino alle ore 18 del 3 novembre rimane in vigore l’allerta meteo giallo per vento forte.

La situazione a Campi Bisenzio

Le precipitazioni delle ultime ore hanno causato numerose e diffuse criticità nella Città metropolitana di Firenze. Le problematiche principali, con allagamenti e danni, sono segnalate a Campi Bisenzio, uno dei più colpiti con un centinaio di persone sfollate: qui è esondato il torrente Marina, le cui acque si sono riversate nella zona di Capalle e in parte del centro della cittadina, ma anche il fosso Reale nell’area di San Donnino e il Bisenzio vicino alla frazione di Santa Maria. Durante la notte un centinaio di persone ha trovato rifugio dal maltempo al primo piano del centro commerciale i Gigli, che oggi resta chiuso.

- Pubblicità -

Un’ordinanza del sindaco di Campi Bisenzio ha infatti sancito la chiusura di tutte le attività commerciali, produttive, industriali e di spettacolo sul territorio comunale. Le strade sono state invase dal fango e da auto e oggetti trascinati dalla corrente. Ingenti i danni. Pesanti le ripercussioni anche sulla viabilità, con numerose strade chiuse.

Dispersi, blackout e scuole chiuse

Ma non è solo l’Arno a preoccupare, perché la situazione è difficile in buona parte della Città metropolitana di Firenze. Al momento risultano 3 dispersi, due a Vinci e uno a Campi Bisenzio, fa sapere la protezione civile della Metrocittà, mentre gli allagamenti riguardano una superficie di 800 ettari. 6.200 famiglie sono senza luce, 10.000 senza linea telefonica. Problemi anche in alcune aree dell’ospedale di Borgo San Lorenzo, in via di soluzione.

- Pubblicità -

Scuole chiuse a Fucecchio, Empoli, Barberino del Mugello e Borgo San Lorenzo, Campi Bisenzio, Sesto fiorentino e Calenzano, Marradi, Firenzuola e Montelupo. Durante la notte il sindaco Dario Nardella ha comunicato che le scuole a Firenze rimarranno aperte nella giornata di oggi, 3 novembre. “Ovviamente agli studenti che frequentano le scuole del capoluogo ma che sono residenti nei comuni limitrofi colpiti pesantemente dal maltempo si raccomanda di seguire le indicazioni del sindaco del loro comune su spostamenti e comportamenti in generale”, ha scritto su Facebook il primo cittadino. In Toscana ci sono stati 3 morti a seguito del forte maltempo.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -