mercoledì, 2 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Obbligo di mascherina ad agosto:...

Obbligo di mascherina ad agosto: dove usarla e quando si può togliere

Al chiuso e all'aperto, per fare la spesa o in palestra e fuori dal pub: cosa dicono le regole sulle mascherine, contenute nell'ultimo dpcm e nella nuova ordinanza del Ministero della Salute

-

Difficile dire per quanto tempo ancora dovremmo girare con le mascherine. Certo è che il nuovo decreto del presidente del Consiglio Conte (dpcm) ha prorogato le limitazioni per buona parte dell’estate e le regole anti-coronavirus sono diventate più restrittive con l’ordinanza del 16 agosto 2020 del Ministro della Salute che ha introdotto l’obbligo dell’utilizzo della mascherina anche all’aperto dalle 18.00 alle 6.00 (ma in casi specifici): quando e dove va usata? All’aperto e al chiuso? Da quale età? Come funziona l’obbligo? Facciamo chiarezza sulle regole.

Luoghi pubblici al chiuso: obbligo di entrata con la mascherina, anche quando si fa la spesa

Secondo il dpcm di agosto resta l’obbligo di indossare la mascherina quando si entra in un luogo chiuso, che sia accessibile al pubblico: va messa quindi quando si fa ingresso in un negozio, si fa la spesa al supermercato o shopping in un centro commerciale, si entra in un ristorante o in bar, ci si reca negli uffici (pubblici e privati) o si accede ad ospedali, ambulatori e studi medici. Insomma lì dove ci troviamo tra quattro mura con altre persone vanno coperti naso e bocca (e non la bocca soltanto): nei luoghi al chiuso infatti il rischio di contagio da coronavirus è più alto ed è per questo che le mascherine sono obbligatorie.

Vanno messe anche in tutti quegli spazi al chiuso in cui non si può garantire la distanza di un metro dalle altre persone, per esempio sui posti di lavoro.

Mascherina obbligatoria in treno, aereo, bus e auto. No ai guanti

Discorso analogo per i mezzi di trasporto pubblici e per quelli condivisi con altre persone che non siano conviventi. L’obbligo di usare la mascherina vale anche sui treni, sugli aerei, sugli autobus di linea, in tram e in metro, ma anche sulla propria auto quando si trasportano persone che non vivono sotto lo stesso tetto. Questo perché gli spazi dei veicoli sono molto angusti e l’areazione è limitata.

Mascherina sì, ma guanti no: questi ultimi non sono obbligatori, perché secondo le ultime linee guida dell’Organizzazione mondiale della Sanità sono pericolosi. Danno infatti una falsa sicurezza. Meglio quindi lavarsi spesso le mani che rischiare di toccare bocca e naso con dei guanti non sanificati e sporchi.

Coronavirus, decreto e ordinanza: mascherina e obbligo dalle 18.00 alle 6.00 anche all’aperto

Dal 17 agosto 2020 è entrata in vigore l’ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza dopo l’incontro tra governo e Regioni: oltre alle regole sulle mascherine già previste dal decreto del presidente del Consiglio del 7 agosto, viene introdotto l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto dalle ore 18.00 alle 6.00 in tutta Italia, negli spazi nei pressi dei luoghi aperti al pubblico (come davanti a un pub, nel giardino di una discoteca o negli stabilimenti balneari) e negli spazi pubblici come piazze, slarghi e sui lungomare a rischio di assembramenti.

La stretta sull’obbligo della mascherina tra le 18.00 e le 6.00 è stata decisa dopo gli assembramenti nei luoghi della movida, con il conseguente il rischio di focolai di coronavirus, e si unisce allo stop ai balli nelle discoteche di tutta Italia e nei locali assimilati, senza possibilità di deroga da parte delle Regioni.

Sul sito del Ministero della Salute si trovano tutte le informazioni sul corretto utilizzo delle mascherine.

Bar, ristorante, parrucchiere, palestra: quando la mascherina è obbligatoria e quando si può togliere

La mascherina inoltre deve essere messa quando ci troviamo al bar e al ristorante, si può togliere solo quando si raggiunge il tavolo o si consuma un cibo o una bevanda (tenendo la debita distanza dalle persone), ma va utilizzata in tutti gli altri casi, ad esempio quando si va in bagno o alla cassa per pagare.

Ad agosto resta l’obbligo di indossare la mascherina anche dal parrucchiere e dall’estetista, eccetto quando è necessario toglierla per particolari trattamenti, ad esempio per il taglio della barba o la pulizia del viso. Molte di queste attività si sono attrezzate con mascherine adesive, senza elastici per consentire agevolmente anche il taglio dei capelli. In palestra la mascherina è obbligatoria quando non è in corso l’allenamento, quindi va messa prima e dopo l’attività fisica, quando va mantenuta una distanza di almeno 2 metri dagli altri.

Fino a quando le mascherine saranno obbligatorie

Le regole anti-coronavirus, comprese quello sull’obbligo della mascherina, sono in vigore fino al 7 settembre 2020, quando scadono le misure dell’ultimo dpcm di agosto: entro quella data il governo, in base all’andamento dei contagi da Covid, dovrà decidere se prorogare le limitazioni, renderle più restrittive o allentare le maglie.

Mascherine fai da te in stoffa e lavabili, i consigli dell’ISS su come crearle

Bambini, da che età va messa? E a scuola?

Anche dopo il 7 agosto l’obbligo di indossare la mascherina si applica a tutti i bambini sopra i 6 anni (i piccoli sotto questa età possono invece non portarla): in commercio si trovano particolari mascherine che si adattano al volto dei più piccoli. È importante infatti che questi dispositivi di sicurezza aderiscano bene al viso, per aiutare effettivamente la lotta al coronavirus.

Per quanto riguarda la riapertura della scuola il 14 settembre, le regole sull’obbligo di indossare o meno la mascherina non sono ancora chiare, gli esperti del Comitato tecnico scientifico stanno discutendo sul tema e sulle misure anti-Covid tra i banchi. Al momento l’orientamento è quello di far mettere le mascherine dalla scuola primaria in su, ma solo in casi eccezionali e per brevi periodi: non andranno portate quando gli alunni saranno seduti al banco, se i tavoli saranno distanziati di almeno un metro dagli altri. Obbligo invece quando ci si sposta nelle aule o negli edifici scolastici.

Ultime notizie

Nuovo Dpcm di dicembre: quando esce il decreto Covid sul Natale

Il governo è al lavoro sulle misure per le prossime feste natalizie. In arrivo il testo definitivo

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dopo il 3 dicembre 2020

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco anticipato, apertura dei ristoranti, palestre e feste in casa. Le anticipazioni e le ipotesi

Spostamenti tra comuni con il nuovo Dpcm: novità dopo il 3 dicembre

In via di definizione le regole per gli spostamenti sotto le feste natalizie. Sul tavolo varie ipotesi anche per la circolazione tra comuni vicini in zona gialla, arancione e rossa

Covid, in Toscana 776 nuovi casi: il bollettino del 2 dicembre

I dati dal bollettino della Regione sui contagi di Covid in Toscana al 2 dicembre 2020: nuovi casi, andamento e punto della situazione