venerdì, 19 Agosto 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaMeteo, caldo record a Firenze...

Meteo, caldo record a Firenze e in Toscana: “Una nuova ondata? È possibile”

Giugno mai così caldo, ma anche luglio e agosto potrebbero riservare sorprese bollenti. Il meteorologo del Lamma: "In 70 anni la temperatura d'estate è aumentata di oltre 2 gradi e mezzo"

-

Pubblicità

Un giugno rovente, anche in Toscana: l’ondata di caldo proveniente dal Sahara ha spinto su la colonnina di mercurio facendo battere ogni record di temperatura del primo mese d’estate, anche a Firenze. Nella giornata del 27 giugno 2022, la stazione meteo di Peretola ha registrato 41 gradi, due in più rispetto al precedente primato di giugno, che tre anni fa aveva fatto segnare 39 gradi, dicono i dati del Consorzio Lamma. E anche nel resto della regione non è andata meglio: ad Arezzo si è arrivati a 38,9 gradi contro i 37,4 del 2019.

Quindi dobbiamo aspettarci un luglio e un agosto ancora più bollenti? “È un timore che prima della torrida estate 2003 credevamo non potesse riguardare la nostra regione, ma adesso iniziamo a non stupirci più di questi record di caldo. La situazione è preoccupante”, osserva Giorgio Bartolini, ricercatore del Consorzio Lamma e meteorologo Ampro, associazione meteo professionisti. “Per quanto riguarda le previsioni, è molto difficile dire se arriveremo di nuovo ai 40 gradi a Firenze o se supereremo questa soglia. Vedendo però il trend di aumento delle temperature direi che potrebbe essere plausibile“.

L’ondata di caldo della Toscana: d’estate la temperatura è aumentata di oltre 2 gradi e mezzo

Pubblicità

Un mix micidiale per l’agricoltura e le riserve idriche. Da una parte i primi sei mesi del 2022 hanno visto cadere il 40-50% in meno di pioggia in Toscana, dall’altra l’ondata di caldo aumenta l’evaporazione dell’acqua aggravando la siccità. A portare l’innalzamento delle temperature un flusso di correnti sud-occidentali che parte dal Sahara, frutto di quell’anticiclone subtropicale che sempre più spesso vediamo alle nostre latitudini e che si sta sostituendo al ben più mite anticiclone delle Azzorre.

In Toscana le temperature vengono monitorate dalla metà del secolo scorso. “In 70 anni sono aumentate di circa 1,7 gradi a livello annuo – spiega Giorgio Bartolini – ma se andiamo a vedere le stagioni la crescita risulta più marcata durante l’estate, periodo in cui abbiamo osservato un incremento di circa 2 gradi ogni 50 anni. A questo ritmo ne consegue che, negli ultimi 70 anni, in estate  la crescita è stata di circa 2,8 gradi”. Questi mutamenti, legati ai cambiamenti climatici, generano così anomalie a livello meteo e possono rendere più violenti i temporali, nel caso del transito di precipitazioni.

Le previsioni meteo per l’estate 2022 in Toscana

Pubblicità

Sul breve periodo la possibilità di veloci temporali estivi però non cambierà le cose in Toscana e a Firenze, né sul fronte della siccità, né per le ondate di caldo. “Non portano piogge a tappeto, spesso sono fenomeni isolati – precisa il ricercatore -. Per influire sulla siccità è necessaria una perturbazione organizzata, con piogge che durano due-tre giorni, cosa che generalmente non succede durante l’estate, eccetto qualche caso isolato, come nell’estate 2014 quando si verificarono frequenti temporali nelle aree interne della regione”.

Il futuro non sembra molto roseo anche in Toscana, ammette Giorgio Bartolini, guardando le previsioni stagionali per l’estate 2022 del Lamma. Un “bollettino” che ha un margine di errore più ampio, rispetto alle normali previsioni a tre giorni, ma che comunque indica un andamento generale. “Per i prossimi mesi non ci sono buone notizie, per luglio e agosto prevediamo temperature sopra la media e precipitazioni sotto la media. A questo punto pensiamo che per un po’ di pioggia significativa si debba aspettare settembre e ottobre”.

Pubblicità

Ultime notizie