sabato, 24 Luglio 2021
Pubblicità
HomeSezioniCronaca & PoliticaNardella a fianco dei ristoratori:...

Nardella a fianco dei ristoratori: “Riaprire, con protocolli seri”

Il sindaco di Firenze crede sia necessaria una data certa di riapertura di locali e ristoranti

-

Riaprire i ristoranti, con protocolli in grado di gestire al meglio la situazione. È la richiesta che ha fatto il sindaco di Firenze Dario Nardella, in collegamento con la trasmissione ‘L’aria che tira’ su La7.

Nardella: “Bisogna riaprire i ristoranti e i locali pubblici”

Secondo Nardella l’Italia è ad un bivio e le mezze misure non servono più: “Il Paese – ha detto – non può che prendere atto dei problemi legati ai vaccini, che riguardano tutta Europa. I vaccini non stanno arrivando e non si stanno distribuendo nei tempi previsti mesi fa: allora bisogna conciliare una graduale ma necessaria riapertura delle attività con le accelerazioni dei vaccini. Serve riaprire i locali pubblici e i ristoranti a partire da una data certa”.

Il passaporto vaccinale per favorire il turismo

Secondo Nardella c’è anche la necessità che il passaporto vaccinale possa partire il 15 giugno, in modo da tornare a favorire il turismo, anche a vantaggio delle città d’arte, pesantemente colpite dalla pandemia.

Nardella: “i rimborsi per i ristoratori non sono sufficienti”

Il sindaco in trasmissione su La7 ha poi citato il premier Mario Draghi sottolineando che, come affermato anche dallo stesso Draghi, “la misura più importante che possiamo adottare per le imprese per un vero rilancio è la ripresa delle attività. I rimborsi sono necessari ma non sufficienti. Per questo insisto con proposte concrete: io credo che, con protocolli seri, la gente possa andare a mangiare in sicurezza nei ristoranti”.

Ultime notizie