sabato, 17 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl 24 dicembre i negozi...

Il 24 dicembre i negozi e i parrucchieri sono aperti o chiusi

La caccia all’ultimo regalo quest’anno si fa ancora più difficile. Il nuovo Decreto introduce la zona rossa in tutta Italia, molti negozi non possono stare aperti il 24 dicembre. E i parrucchieri e i centri estetici?

-

Parrucchieri aperti, salvi i negozi di giocattoli e di elettronica, chiusi quelli di abbigliamento (ma non quelli sportivi o per bambini), mentre chi vorrà passare la vigilia di Natale in un centro commerciale avrà una brutta sorpresa: molti negozi non possono stare aperti in zona rossa e quindi saranno chiusi il 24 dicembre, quando il nuovo decreto legge Covid colorerà di rosso tutta Italia dalla vigilia fino al 6 gennaio, con un lockdown nei giorni prefestivi e festivi secondo le regole dell’ultimo Dpcm.

Non tutti i negozi possono stare aperti in zona rossa

Un vero e proprio tetris di aperture e chiusure, che complicherà lo shopping natalizio e l’ultima caccia al regalo da mettere sotto l’albero. La zona rossa parte il 24 dicembre in tutta Italia e prosegue per l’intero weekend di Natale fino a domenica 27 dicembre, per poi tornare a cavallo di Capodanno e infine alla vigilia dell’Epifania (per il calendario completo vedi sotto).

In questi giorni di zona rossa molti negozi, quelli non di prima necessità, non possono stare aperti e inoltre il decreto Natale ha introdotto il blocco degli spostamenti fuori comune. La spesa per il cenone della viglia o per il pranzo di Natale al supermercato è comunque salva, pure la messa in piega dal parrucchiere il 24 dicembre e qualche acquisto particolare come libri, articoli per lo sport o giocattoli. Vediamo nel dettaglio come funziona e quando scatta questa chiusura a scacchiera dei negozi.

Chiusura per i negozi dentro i centri commerciali sabato, domenica e anche la vigilia di Natale

È bene ricordare che indipendentemente dal colore della regione, i negozi di beni non essenziali presenti all’interno dei centri commerciali sono sempre chiusi sabato, domenica, i giorni prefestivi e festivi: quindi non possono stare aperti il 19, 20, 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020. Lo dicono le regole già introdotte dal Dpcm di inizio dicembre.

Ci sono delle eccezioni. In ogni centro commerciale possono restare aperti i negozi di alimentari, i supermercati, le farmacie e parafarmacie, i presidi sanitari, i fioristi, i tabaccai e le edicole, anche il 24 dicembre: i parrucchieri sono quindi chiusi nei grandi shopping center il sabato e la domenica e anche la vigilia di Natale, altrove possono restare aperti. Le chiusure prefestive e festive valgono anche per parchi commerciali, gallerie commerciali e strutture simili.

Quali negozi sono aperti il 24 dicembre e a Natale in zona rossa: dai giocattoli ai parrucchieri

Ecco quando i negozi non possono stare aperti, in centro storico come in periferia, per effetto della zona rossa nazionale: il 24 dicembre, a Natale, Santo Stefano e anche domenica 27 e giovedì 31 dicembre, e poi a Capodanno, il 2, 3, 5 e 6 gennaio. Negli altri giorni possono stare aperti, ma vige la zona arancione e quindi non è possibile uscire dal comune.

Ci sono però delle deroghe, ossia le eccezioni previste dal Dpcm di inizio dicembre per i negozi in zona rossa. E quindi parrucchieri aperti anche il 24 dicembre e nelle altre giornate off limits, via libera a negozi di giocattoli, computer, elettronica, telefonini, fai-da-te, cartolerie, ottici, negozi di abbigliamento e scarpe per bambini, di intimo, di articoli sportivi. Aperte poi profumerie e librerie. Ma attenzione, come detto, nei centri commerciali queste categorie sono chiuse nelle giornate rosse. Chiusi invece il 24 dicembre e negli altri giorni di zona rossa i centri estetici, i negozi di abbigliamento e di scarpe per adulti.

In Italia le chiusure della zona rossa non interessano i punti vendita alimentari, i tabaccai,  chi vende farmaci e articoli sanitari, le edicole e i fiorai.

Ultime notizie