domenica, 1 Agosto 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaNuovo stadio Franchi: al via...

Nuovo stadio Franchi: al via il concorso internazionale per il progetto

Posti a sedere coperti, parcheggio sotterraneo, ristoranti, museo e negozi: al via il concorso internazionale di progettazione per disegnare il nuovo stadio Artemio Franchi di Firenze

-

Inaugurare il nuovo stadio Artemio Franchi di Firenze in occasione dei 100 anni della Fiorentina, nel 2026: è l’auspicio del sindaco Dario Nardella che ha presentato il concorso internazionale per scegliere il progetto di riqualificazione di questa area di Campo di Marte. L’obiettivo è quello di rendere l’impianto sportivo ideato da Pier Luigi Nervi più moderno e confortevole per gli spettatori, sperando anche che i tifosi viola si possano togliere qualche soddisfazione grazie alla squadra. Allo stesso tempo il masterplan riguarderà tutta la zona vicina, per dotarla di maggiori servizi, dai parcheggi ai negozi, fino all’integrazione con la nuova linea della tramvia. Il concorso segue l’accordo tra il Comune e gli Ordine degli Architetti di Firenze.

Come sarà il nuovo stadio Franchi di Firenze: i punti fermi del progetto

40.000 posti e tutti quelli a sedere saranno coperti; maxischermo, riflettori e sistemi ad alta efficienza energetica; l’ipotesi di un parcheggio sotterraneo per 150 auto (al posto della piscina che sarà consentito spostare in un altro punto dell’area); la possibilità di demolire il parterre creato per Italia 90 e di creare uffici, negozi e alberghi nei paraggi per 15.000 metri quadri in più. Ecco come potrà essere l’area del nuovo stadio Artemio Franchi di Firenze secondo il concorso internazionale di progettazione lanciato dal Comune.

Tra i requisiti c’è la conservazione dell’esistente: ad esempio sono consentite nuove curve interne da aggiungere a quelle che già ci sono e si potranno costruire nuovi volumi coperti. La torre Maratona (inclusa la scala) e le 2 scale disposte agli angoli non potranno essere demolite, stessa cosa per la struttura generale delle tribune e la visuale esterna delle stesse, comprese le gradinate. Per quanto riguarda le due curve, la struttura generale delle tribune e l’aspetto esterno dovranno essere mantenuti, inclusi la struttura e gli elementi delle sedute. Via libera invece alla sostituzione del grande schermo a LED e dei riflettori con impianti più moderni, mentre all’interno dello stadio potranno essere creati ristoranti, aree lounge, nursey, museo del calcio e Fiorentina store.

Parcheggi e accessibilità: la pedonalizzazione intorno allo stadio (per metà)

Uno dei temi centrali è l’accessibilità. “Sono già stanziati i fondi per la realizzazione della linea tramviaria da piazza Libertà a Campo di Marte“, ha spiegato il sindaco Dario Nardella durante la presentazione del concorso. Ci sarà una corsa ogni 4 minuti e il tracciato sarà connesso a tutte le altre linee tramviarie fiorentine, “compresa quella che condurrà al Viola Park di Bagno a Ripoli”, ha puntualizzato il primo cittadino. Sarà realizzato inoltre un nuovo parcheggio da 3.000 posti vicino alla ferrovia di Campo di Marte per un costo di 30 milioni di euro.

Prevista la riqualificazione degli impianti sportivi, degli spazi verdi, dei percorsi pedonali e ciclabili. E ancora la semi-pedonalizzazione di viale Paoli, il completamento del sottopasso pedonale tra via Mannelli e Largo Gennarelli. Secondo le previsioni di Palazzo Vecchio, il nuovo stadio sarà un hub capace di generare crescita economica e posti di lavoro: si stima l’attivazione di 1500 posti di lavoro diretti e 3500 su tutta l’area.

Come funziona il concorso per il nuovo stadio Franchi di Firenze: i tempi

Il bando mira a selezionare le migliori idee, a livello internazionale, per riqualificare tutta la zona dello stadio Franchi di Campo di Marte: la commissione giudicatrice selezionerà prima gli 8 progetti migliori e tra questi sarà scelto il vincitore. L’importo massimo dei lavori è di 190 milioni di euro per tutta l’area, di cui cui 137,5 milioni solo per l’intervento sullo stadio. Il cronoprogramma del concorso internazionale di progettazione parte dalla pubblicazione del bando, attesa per venerdì 18 giugno 2021 sulla piattaforma dell’Ordine degli Architetti (www.stadionervifirenze.concorrimi.it). In tutto ci vorranno circa 8-9 mesi.

Nel dettaglio, dopo 80 giorni è prevista la scadenza della presentazione delle proposte progettuali e la nomina della commissione, che sarà effettuata nelle prossime settimane. Entro i successivi 40 giorni la commissione dovrà individuare le 8 migliori proposte presentate e chiederà ai progettisti di sviluppare il masterplan. Poi è prevista la definizione dei gruppi di progettazione (15 giorni), la consegna dello studio di fattibilità tecnico-economico (90 giorni). Altri 40 giorni serviranno per la conclusione dei lavori della commissione giudicatrice e l’individuazione del progetto migliore.

Ultime notizie