nuovo Centro sportivo fiorentina Bagno a Ripoli rendering

La presentazione ufficiale della prima bozza del progetto per il nuovo centro sportivo della Fiorentina a Bagno a Ripoli svela le carte del patron viola Commisso: 25 ettari di verde, 10 campi e un quartier generale “modello Tottenham” che costerà 70 milioni di euro. L’ispirazione arriva proprio dal training center del club inglese, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto ambientale ed ecologico: il 90 per cento dell’area alle porte di Firenze rimarrà verde, grazie a edifici “incastonati” e mimetizzati nel paesaggio circostante, come mostrano i rendering.

Il masterplan è stato svelato nella sala consiliare di Bagno a Ripoli, dal presidente della Fiorentina Rocco Commisso, accompagnato dal primo cittadino Francesco Casini, dall’assesore regionale all’Urbanistica Vincenzo Ceccarelli e anche dall’architetto Marco Casamonti, che con il suo Studio Archea ha ideato il nuovo centro sportivo.  Il cuore viola nascerà su terreni di proprietà della Fiorentina, acquistati dal club, tra via della Villa Cedri e la rotonda su via Pian di Ripoli, vicino al futuro tracciato della linea 3 per Bagno a Ripoli.

Rendering del nuovo centro sportivo della Fiorentina a Bagno a Ripoli

L’area accoglierà in un solo luogo tutte le forze viola: oltre alla prima squadra, qui si alleneranno i team giovanili e le giocatrici della Women’s. In più ci saranno palestre, piscine, strutture medici, uffici del club, una foresteria e anche 2 mini-stadi. “Sarà un patrimonio a vita della Fiorentina”, osserva Commisso.

Quanto sarà finito il centro sportivo viola?

L’intenzione è concludere i lavori entro 2 anni con il taglio del nastro nella seconda parte del 2021, un obiettivo che si è posto anche il Comune di Bagno a Ripoli. “Fin da subito abbiamo condiviso con la Fiorentina la volontà di realizzare un centro sportivo ad alta sostenibilità, attento all’ambiente, al paesaggio, all’utilizzo virtuoso delle risorse naturali, in linea con la bellezza del nostro territorio che merita di essere valorizzato ancora di più – dice il sindaco Francesco Casini – a Bagno a Ripoli non nascerà solo la nuova casa della Fiorentina, ma uno dei centri sportivi più belli e all’avanguardia di tutta Europa. E questo per noi è un grande orgoglio e un onore”.

E la partita del nuovo stadio

Intanto, oltre al centro sportivo di Bagno a Ripoli, si torna a parlare del nuovo stadio della Fiorentina, dopo l’ok alla variante Mercafir del Comune di Firenze. Il patron viola torna a premere sull’acceleratore chiedendo di fare presto e di concludere tutto entro 4 anni.