Home Sezioni Cronaca & Politica Parcheggio gratis nelle strisce blu: Firenze proroga il “bollino” fino al 2022

Parcheggio gratis nelle strisce blu: Firenze proroga il “bollino” fino al 2022

Buone notizie per i residenti: il Comune di Firenze proroga il progetto del contrassegno che permette di parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu di tutta la città

parcheggio gratis firenze strisce blu proroga 2022 bollino residenti

Una proroga di un altro anno a Firenze per il “bollino della sosta”: parcheggio gratuito nelle strisce blu delle zcs di tutta la città anche ne 2022 per i residenti muniti di contrassegno della Sas. È quanto annunciato dal sindaco Dario Nardella.

I numeri d’altronde danno ragione a Palazzo Vecchio: sono state 22mila le richieste per le vetrofanie da applicare sul parabrezza che, indipendentemente dal quartiere di residenza, consentono di parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu.

Parcheggio gratis nelle strisce blu di Firenze: sì alla proroga, no ai furbetti della sosta

Non mancheranno però i controlli ed è il sindaco di Firenze Dario Nardella a dichiarare nuovamente la guerra ai “furbetti” dei parcheggi perché, come dichiarato dal primo cittadino, ci sono ancora troppe persone che non lo pagano quando devono farlo o sostano in doppia fila. Inoltre ci saranno controlli sulla velocità e va in quest’ottica l’installazione di 3 nuovi autovelox nelle strade di Firenze, con i dispositivi che saranno attivi h24, proprio per far capire ai cittadini quanto conta il rispetto delle regole ed evitare incidenti potenzialmente pericolosi.

Il “permesso” per il parcheggio gratuito dei residenti nelle strisce blu di tutte le zcs di Firenze era stato lanciato l’anno scorso dal Comune: con 10 euro è possibile richiedere alla Sas – Servizi alla Strada Spa la vetrofania che permette di lasciare l’auto nei parcheggi a pagamento della sosta promiscua in tutti i quartieri. In questo articolo spieghiamo come funziona il bollino per il parcheggio gratis.

Nardella, green pass sull’autobus

Intanto sul tema della viabilità Nardella ha spiegato di essere favorevole al green pass anche sugli autobus del trasporto pubblico, come avviene già sui treni a lunga percorrenza.

Nardella ha detto che il “green pass non è un problema, ormai si entra tranquillamente in un bar e in un ristorante e ti chiedono il green pass, che puoi far vedere sul cellulare. Dunque lo puoi mostrare anche su un mezzo pubblico”.