domenica, 4 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaA Firenze protesta dei pendolari...

A Firenze protesta dei pendolari per l’hub dei bus a piazzale Montelungo

Pendolari arrabbiati dopo la decisione di portare l'hub dei bus a piazzale Montelungo a Firenze, anziché all'Autostazione di via Santa Caterina D'Alessandria. “Mezzi in ritardo”, spiegano i pendolari

-

- Pubblicità -

L’hub dei bus a piazzale Montelungo a Firenze sta portando diverse polemiche: la decisione di spostare il capolinea dei bus extraurbani dall’Autostazione di via Santa Caterina D’Alessandria al terminal accanto alla Fortezza da Basso ha scatenato la protesta di alcuni pendolari. In particolare, tra Mugello e Valdarno, la situazione, spiegano, non è delle migliori.

L’hub dei bus a piazzale Montelungo a Firenze: cosa cambia

Palazzo Vecchio ha deciso di creare l’hub dei bus a piazzale Montelungo per alleggerire il traffico in entrata e uscita da Firenze. E l’idea era buona ma, come spiegato dal consigliere di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi, “così si sono penalizzati i pendolari”. Prima i bus, dall’Autostazione, accedevano ad una corsia riservata e questo portava vantaggi a livello di tempi di percorrenza. Adesso invece in molti devono far il giro della Fortezza, con il concreto rischio di trovare coda.

- Pubblicità -

Risultato? “Mezzi sempre in ritardo”, spiegano i pendolari, arrabbiati. Secondo Giulia Mocali, rappresentante del comitato dei pendolari, “lo spostamento dell’hub a Montelungo crea molti disagi, visto che non è collegato con tutte le zone di Firenze dove sono posizionate scuole e attività lavorative”. Invece che migliorare la situazione “è peggiorata”, ha aggiunto.

Il binario 16 della stazione di Santa Maria Novella

In parte sono state accolte le richieste dei pendolari dal momento che è stato aperto il binario 16 della stazione ferroviaria di Santa Maria Novella in modo arrivare più velocemente all’hub dei bus a piazzale Montelungo a Firenze. Qui in questo momento transitano 18 linee provenienti da diverse zone della Città metropolitana di Firenze.
Si tratta del secondo step perché, come aveva comunicato il Comune, dal 1 agosto scorso c’era stata l’istituzione dell’hub a Vittorio Veneto, per 6 linee extraurbane provenienti da Greve, San Casciano, Poggibonsi e Castelfiorentino. Autolinee Toscane ha comunque attivato una pagina dedicata per tutte le informazioni.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -