mercoledì, 14 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSi può andare a correre...

Si può andare a correre in zona rossa: le regole per fare sport a Natale

Nel periodo di cenoni e panettoni si può andare a correre, anche nei giorni di zona rossa: cosa dice il Dpcm di Natale

-

Cenoni, pranzi, panettoni e magari qualche bicchiere in più del solito. Non c’è un momento dell’anno in cui c’è più bisogno di smaltire le calorie di troppo. Per fortuna sarà possibile farlo anche con la zona rossa: si può andare a correre e fare sport anche nel periodo di Natale, nel rispetto delle regole stabilite dal nuovo Dpcm.

Dpcm Natale, si può fare sport anche in zona rossa

Anche se per quest’anno in numero limitato, il periodo delle feste resta quello degli eccessi a tavola. Con un po’ di tempo libero in più e poco altro da fare – niente viaggi, settimane bianche né gite fuori porta – in molti ne vorrebbero approfittare per rimettersi subito in forma.

Le palestre, però, sono chiuse e lo resteranno almeno fino a gennaio. Tutto lo sport di base è fermo. La cosa più semplice, allora, è uscire di casa. Anche nel periodo di Natale si può correre e fare sport, nel rispetto del nuovo Dpcm e delle regole in vigore nella zona rossa.

Andare a correre in zona rossa, le regole del nuovo Dpcm di Natale

La prima è quella degli orari, visto che il coprifuoco è ancora in vigore e non si può uscire dalle 22 alle 5 del mattino. Si può invece correre e fare sport (inteso non come sport di contatto ma attività sportiva individuale) in genere all’aperto, anche nei giorni di zona rossa – compreso il Natale – con queste limitazioni:

  • in forma individuale: niente corse in coppia o in gruppo
  • mantenendo sempre 2 metri di distanza dalle altre persone
  • senza uscire dal territorio del proprio comune

Per andare a correre o fare sport non è obbligatorio indossare la mascherina, che va invece indossata non appena si termina l’attività sportiva. Seguendo le stesse regole si può anche andare in bicicletta per fare attività sportiva. Si possono fare anche passeggiate e camminate, considerate attività motoria, ma restando nei pressi della propria abitazione. È consentito anche passeggiare insieme tra gruppi di conviventi, senza mai creare assembramenti.

Ultime notizie