martedì, 26 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Spesa online, come fare: da...

Spesa online, come fare: da Esselunga a Conad, da Coop a Lidl

Come funzionano i servizi per la spesa online delle grandi insegne dei supermercati: Esselunga, Coop, Conad, Carrefour, Lidl e Amazon

-

È vero che fare la spesa è uno dei pochi motivi consentiti per uscire di casa. Ma, visti i tempi, meglio forse evitare e fare tutto direttamente dal proprio computer o smartphone? Le principali insegne della grande distribuzione permettono infatti di fare la spesa online con consegna a domicilio: Esselunga, Conad, Carrefour, Coop, Lidl e Amazon, ad esempio, offrono questo servizio.

È bene ricordarsi che siamo in emergenza e che quindi la domanda è cresciuta, i prodotti disponibili sono meno del solito e i tempi di consegna più lunghi. Sarebbe buona norma lasciare che fossero gli anziani e le persone più fragili a usufruire del servizio e che gli altri, con tutte le dovute precauzioni, si recassero ai negozi, muniti di autocertificazione.

La spesa online all’Esselunga

Ordine online e consegna a domicilio: è la formula di Esselunga a casa. Nel carrello virtuale si può mettere di tutto, dai generi alimentari ai prodotti per la cura della casa. Ma anche Esselunga sta riscontrando delle difficoltà nel far fronte alle tante richieste di questi giorni.

Il numero di ordini online – scrive la società sul suo sito – è molte volte superiore alla media. Nonostante che i magazzini siano al lavoro 24 ore al giorno non è sempre possibile consegnare nei tempi consueti.

Ad ogni modo, fare la spesa online all’Esselunga è possibile, approfittando anche di offerte dedicate.

La consegna è gratuita per le persone con disabilità e scontata per chi ha più di 70 anni di età. Il servizio è attivo solo nelle aree servite presenti in Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Toscana e Veneto.

Conad

Anche Conad offre la possibilità di fare la spesa online, direttamente sul suo sito. Il servizio si chiama “Al tuo servizio”. C’è un’ampia scelta di generi alimentari, prodotti per la casa  e cancelleria. C’è una soglia minima di 40 euro di spesa. Sono poi previste riduzioni sul costo di consegna in base a quanto si spende e consegne gratuite per anziani e disabili.

La spesa online con Conad “Al tuo servizio” può essere fatta solo nei punti vendita delle seguenti province: Arezzo, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Firenze, Frosinone, Grosseto, La Spezia, Latina, Livorno, Lucca, Massa-carrara, Napoli, Nuoro, Olbia-tempio, Oristano, Palermo, Parma, Perugia, Pisa, Pistoia, Prato, Rieti, Roma, Salerno, Sassari, Siena, Sud Sardegna, Viterbo.

Come fare la spesa sul web con Coop

La spesa online con consegna a domicilio di Coop si chiama EasyCoop. Il servizio è attivo solo in alcuni dei territori delle cooperative aderenti a Coop Alleanza 3.0, quasi tutti nel Nord. Si può infatti fare la spesa online con Coop solo nelle province di Roma, Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Padova, Treviso e Venezia.

Il funzionamento è lo stesso: ordini online e ricevi la spesa a casa, scegliendo la fascia oraria preferita per la consegna, al netto delle difficoltà di questi giorni.

Supermercati aperti o chiusi sabato e domenica?

Carrefour, in coda anche sul sito

A Carrefour la coda si fa anche per la spesa online. Visti i numerosi accessi degli ultimi giorni, il marchio francese della grande distribuzione ha deciso di razionalizzare anche l’accesso al sito. Non appena si accede alla pagina del servizio viene infatti chiesto di mettersi in coda (virtuale). E le attese durano anche più di un’ora. Inevitabile in tempi di epidemia. Una volta entrati, il servizio offre piena scelta di prodotti e di modalità di consegna a domicilio della spesa fatta online.

Fase 2, posso fare la spesa in un supermercato fuori dal mio Comune?

Lidl, come fare la spesa online

Anche Lidl offre la possibilità di fare la spesa online con consegna a casa. Ordine online, articoli selezionati da uno shopper dello staff di Lidl e consegna all’orario selezionato. Lidl offre anche la consegna gratuita sulle prime 4 spese utilizzando il codice promozionale “LIDLCASA24”.

Il servizio è disponibile nelle seguenti aree: Bergamo, Bologna, Brescia, Cremona, Firenze,
Forlì, Genova, Latina, Livorno, Mantova, Massa, Milano, Modena, Monza, Padova, Parma, Pavia, Pesaro, Pisa, Pordenone, Ravenna, Rimini, Roma, Savona, Torino, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia Mestre, Verona, Vicenza.

La spesa online su Amazon Pantry

L’assalto agli scaffali ha effetto anche su quelli virtuali. Amazon Pantry è il servizio di Amazon per fare la spesa online, scegliendo tra prodotti di uso quotidiano a lunga conservazione. La scelta, di normale, è ampissima. Ma nei giorni dell’epidemia da coronavirus anche il più celebre negozio online ha finito i rifornimenti.

Scorrendo tra i generi alimentari – pasta, conserve, succhi di frutta e altro – i prodotti al momento disponibili sono pochissimi. Maggiore disponibilità invece sui prodotti per la cura della casa e della persona. La consegna è gratuita ma il servizio è riservato agli iscritti Prime, l’abbonamento annuale ad Amazon.

amazon.it/Amazon-Pantry

Ultime notizie

Firenze dice sì a tavolini in strada e suolo pubblico gratis

Pedonalizzazioni e tavoli in strade, piazze e aree verdi: arriva il via libera del Consiglio comunale alla misura per aiutare il commercio

Spostamenti tra regioni dal 3 giugno: apertura dei confini a rischio?

Cosa cambia per i viaggi interregionali con il nuovo decreto sulla fase 2 e quanto influirà il monitoraggio del livello di rischio

Frecce Tricolori, programma e orario del passaggio nei cieli di tutta Italia

Uno spettacolo di colori nei cieli di tutta Italia. In vista della festa della Repubblica la Pattuglia acrobatica nazionale sorvolerà le principali città italiane. Il calendario e tutti i dettagli

Test sierologici sul Covid-19 (gratis), al via le chiamate della Croce Rossa

Parte l'indagine sulla sieroprevalenza, servirà a mappare in tutta Italia la situazione del coronavirus. I volontari della Cri stanno telefonando ai cittadini selezionati dall'Istat