sabato, 26 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Coronavirus, in Toscana più tamponi...

Coronavirus, in Toscana più tamponi in auto. Chi può fare il test

L'utente resta in macchina e viene sottoposto al test. Questa nuova modalità per effettuare i tamponi arriva anche a Firenze, Prato e Pistoia

-

Un test in “modalità drive in”, anzi  drive through per dirla in gergo tecnico. In Toscana aumentano le Asl che effettuano tamponi per il coronavirus in auto, prelevando il campione dal paziente seduto nella propria vettura: adesso la novità arriva anche a Firenze, Prato e Pistoia. Lo annuncia l’Asl Toscana Centro in una nota. Ecco come funziona e chi può fare questi esami.

Toscana, tamponi in auto: come funziona  a Firenze, Prato e Pistoia

Nel dettaglio, 10 operatori accreditati dalla Asl allestiscono punti di accesso, ossia unità mobili o gazebo dove sono presenti un operatore e un infermiere, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 19.00. Il personale è dotato dei dispositivi di protezione individuale come mascherina, occhiali protettivi e tuta.

Come già sperimentato nei territori delle altre due Asl toscane, anche a Firenze, Prato e Pistoia i pazienti raggiungono il “punto drive through” a bordo della propria auto, seguono i cartelli e solo quando l’operatore sanitario dà l’ok, gli utenti possono abbassare il finestrino e senza scendere dalla vettura vengono sottoposti ai tamponi per il coronavirus.

Questa modalità riduce al minimo i contatti e permette di effettuare molti test senza recarsi a domicilio, in tutta sicurezza. Si prevede che grazie ai tamponi in auto potranno essere effettuati fino a 1700 esami al giorno, solo nel territorio dell’Asl Toscana Centro (Firenze, Empoli, Prato e Pistoia).

Test sierologico, prosegue lo screening: chi deve farlo e dove si può fare in Toscana

Chi può fare il tampone “drive through”

Attenzione però, non è possibile presentarsi autonomamente. È l’Asl Toscana Centro a individuare i pazienti che possono essere sottoposti ai controlli, ad esempio persone clinicamente guarite dal coronavirus che possono uscire di casa e recarsi in auto ai punti drive through per sottoposti ai tamponi di secondo e terzo controllo che verificano la negatività al virus.

È la stessa struttura che effettua i tamponi in auto a contattare le persone interessate, in base agli elenchi della Asl, e a fissare la data e l’orario del test. Una volta effettuato l’esame, i campioni vengono poi ritirati dall’azienda sanitaria e inviati ai laboratori di analisi. Questa attività si va ad aggiungere allo screening domiciliare portato avanti dalle USCA, le unità mobili di medici e infermieri che garantiscono assistenza e cura a chi è in isolamento a casa per il Covid-19.

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin