giovedì, 9 Luglio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Traffico a Firenze? C'è l'app...

Traffico a Firenze? C’è l’app del Comune

Modifiche alla viabilità, bus, tram, car e bike sharing, parcheggi, colonnine elettriche. Al via la sperimentazione della nuova applicazione mobile del Comune di Firenze. Ecco come testarla

-

Tutte le informazioni sulla mobilità e sul traffico a Firenze, a portata di dito in una app, chiamata “If”: i cantieri in città, le ultime notizie sulla viabilità, gli orari in tempo reale di bus e tramvia, la localizzazione dei mezzi di car e bike sharing, i posti liberi nelle strutture di Firenze parcheggi, la mappa delle colonnine elettriche e l’allerta meteo.

Parte la sperimentazione della nuova applicazione gratuita del Comune di Firenze, con gli utenti che in queste settimane possono testare la versione beta sul campo (e sul telefonino). Basta registrarsi sulla rete civica del Comune e scaricare una versione demo dell’app mobile If.  I primi 60 che si iscriveranno all’infopoint della Settimana europea della mobilità (nel cortile della Dogana, Palazzo Vecchio) riceveranno un premio sostenibile. Poi a novembre sarà disponibile per tutti la versione finale, scaricabile dagli store Apple e Google.

Traffico a Firenze, cosa fa la nuova app del Comune

L’app, finanziata con i Fondi europei nell’ambito del programma PON Metro e sviluppata da Phoops, fa parte di una piattaforma più ampia che servirà al Comune per gestire in modo integrato i vari aspetti della mobilità in città. L’applicazione If fornisce informazioni affidabili sul traffico a Firenze, perché “certificate” da Palazzo Vecchio, comprese quelle sui cantieri stradali che per la prima volta saranno geoeferenziati (una novità rispetto alle normali app di infomobilità), e sulle modifiche al traffico per eventi o incidenti.

Ogni utente crea il proprio profilo, seleziona i percorsi preferiti e in base a queste informazioni riceve notifiche personalizzate, ad esempio sulle modifiche alla circolazione nel quartiere dove vive o sull’itinerario che di solito segue per arrivare sul posto di lavoro. Da una parte il cittadino potrà inviare segnalazioni, dall’altra i dati raccolti con questa applicazione serviranno al Comune per conoscere meglio le abitudini di spostamento in città, per studiare interventi ad hoc e anche per proporre agli stessi utenti alternative di mobilità sostenibile. In futuro potrebbero essere previsti “premi” per chi modificherà le proprie abitudini usando mezzi più verdi.

App if infomobilità traffico Comune Firenze
Il sindaco di Firenze Dario Nardella e l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti alla presentazione dall’app If – Foto: Cge

L’app If, infomobilità

“Si tratta di un di un progetto innovativo a livello europeo che non esiste così declinata in nessun’altra città  e che servirà ai fiorentini per orientarsi in maniera capillare sulla mobilità cittadina – ha commentato il sindaco Dario  Nardella, durante la presentazione della app – è uno strumento interessante perché consentirà agli utenti di essere allo stesso tempo destinatari delle informazioni e soggetti attivi, che contribuiscono a gestire il sistema della mobilità della nostra città”.

Ultime notizie

Cinema all’aperto 2020 a Firenze: programma delle arene estive

Posti distanziati, ma sotto le stelle. Il grande schermo si riaccende, seguendo le linee guida anti-Covid. Tante novità quest'anno per il cinema all'aperto (anche gratis)

Bonus per gli studenti universitari: 1 mese di viaggi e musei gratis nel 2020

Le agevolazioni introdotte nel decreto rilancio, dopo gli emendamenti in Parlamento. Prevista una misura per sostenere il turismo culturale dei più giovani

Decreto rilancio, la conversione in legge alla Camera e al Senato

I tempi di approvazione del super-decreto che contiene novità sulle misure più attese: dall'ecobonus del 110% fino allo smart working e agli incentivi auto

Coronavirus Toscana: mappa, dati e nuovi casi di oggi (9 luglio)

Tutto quello che c'è da sapere sull'andamento dei casi di Covid-19 nella nostra regione: la mappa, i nuovi contagi, i dati per provincia pubblicati nel nuovo bollettino della Regione