mercoledì, 20 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Tramvia, cassa integrazione e microcredito

Tramvia, cassa integrazione e microcredito

Le misure per chi subirà un impatto dai cantieri sono state annunciate dall’assessore Bettarini. Previsti anche sgravi sulla Tari

-

Sgravi sulla Tari, cassa integrazione in deroga e microcredito per le attività economiche e i lavoratori che potranno subire un impatto dai lavori delle linee 2 e 3 della tramvia. Sono le misure che sono state annunciate dall’assessore allo sviluppo economico Giovanni Bettarini.

LE MISURE

“Abbiamo incontrato i referenti della Regione Toscana per verificare le misure che l’amministrazione regionale potrà mettere a disposizione per fronteggiare eventuali situazioni di crisi degli esercizi commerciali durante i lavori della tramvia – ha spiegato Bettarini – Gli interventi previsti riguardano la cassa integrazione in deroga e il microcredito per il lavoratore, e vanno ad aggiungersi alla misura degli sgravi sulla Tari alla quale sta lavorando l’amministrazione comunale. Su questo intervento abbiamo già mappato gli esercizi commerciali interessati, che sono circa 900, e stiamo lavorando all’affinamento del quadro in base al grado di criticità di ciascuno. Il panorama delle imprese coinvolte è chiaro, potremo essere più precisi sulle cifre dell’intervento quando sarà definita la sessione di bilancio di previsione di fine dicembre”.

CASSA INTEGRAZIONE

La cassa integrazione in deroga consiste nel pagamento, da parte dello Stato, del lavoratore dipendente di un’attività economica che non benefici della cassa ordinaria. In particolare, qualora l’azienda ritenga di non sostenere il costo di un lavoratore a causa della riduzione dell’attività lavorativa, questa potrà fare richiesta della cassa in deroga. Il lavoratore nell’arco del 2015 potrà ottenere in questo modo il pagamento di cinque mensilità.

MICROCREDITO

Il microcredito riguarda invece il lavoratore dipendente che dovesse trovarsi nella condizione di perdere il posto di lavoro senza percepire la cassa in deroga e prevede la possibilità di ottenere un credito di 3mila euro da restituire con interessi che saranno pagati dalla Regione Toscana. Le aziende con più di 50 dipendenti operative nel settore commerciale potranno invece utilizzare la cassa straordinaria.

lo studio

“Ho chiesto al direttore dell’Irpet Stefano Casini Benvenuti di collaborare con noi per uno studio più ampio di impatto della tramvia – ha annunciato poi lo stesso Bettarini – Siamo convinti che i 450milioni di euro di investimento con la rivoluzione del sistema di mobilità cittadino potranno portare molti effetti positivi per l’economia della nostra città. È evidente che ci saranno delle difficoltà che vogliamo approfondire in modo più preciso insieme all’Irpet con l’obiettivo di capire cosa succede nel breve, medio e lungo periodo. Ci incontreremo nei prossimi giorni per lavorare su questo”.

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: oltre 13.000 casi e 524 morti

I dati del 20 gennaio dal bollettino sul coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia e quanti morti?

Pulizia strade a Firenze: multa sospesa anche a gennaio 2021

A Firenze anche nel 2021 prosegue la sospensione dell'obbligo: non è necessario spostare l'auto in occasione della pulizia strade di Alia

Decreto ristori 5: quando esce il testo e quali sono le novità

Dal bonus per lo sport al superamento dei codici Ateco per il contributo a fondo perduto: quando esce il testo del decreto ristori 5 il primo (e forse l'ultimo) provvedimento economico Covid del 2021

Toscana, zona gialla fino a quando: rischio arancione nel weekend?

Fino a quando i dati sui contagi saranno sotto controllo, la Toscana resterà in zona gialla: la conferma o meno del colore arriverà alle porte del weekend