Per rimediare ai problemi relativi alla mobilità, verrà quindi aperta una bretella provvisoria per i veicoli in ingresso in città provenienti da via Baccio da Montelupo e via Antonio del Pollaiuolo, una sorta di by pass in un’area sottratta al cantiere e riasfaltata per l’occasione. Entro una decina di giorni entrerà in funzione anche un secondo provvedimento: verrà riaperto un collegamento tra viale Etruria e viale Piombino all’altezza di via Siena.

La circolazione sarà monitorata costantemente così da poter intervenire in caso di necessità con ulteriori misure già studiate dagli uffici. Saranno presenti anche numerosi agenti della Polizia Municipale, specie nella fase iniziale dei lavori, per fornire informazioni relative alla nuova viabilità.

“Abbiamo rinviato questo cantiere in attesa di trovare la soluzione per lo smaltimento delle terre di scavo di viale Nenni – ha spiegato il vicesindaco Matulli -. Adesso che da questo punto di vista tutto è risolto e che i lavori sono iniziati già da qualche tempo, è arrivato il momento di procedere con la predisposizione del sottofondo e la posa dei binari anche nell’area della Federiga. Si tratta di un tratto di 400 metri di cui la metà proprio nel mezzo della rotonda che consentirà di allacciarsi con i binari già collocati in via Foggini e via degli Arcipressi”.

“La rotatoria della Federiga consente attualmente ai flussi di traffico di dirigersi nelle varie zone del quartiere, cosa che non sarà più possibile da domani. E questo comporterà un appesantimento notevole sulla già delicata circolazione della zona. Ma – ha continuato il presidente D’Eugenio – la ditta che esegue i lavori ci ha chiesto di predisporre un cantiere unico per la particolarità del percorso, leggermente in curva, su cui devono essere posti i binari”.

“Vigileremo sul rispetto della scadenza da parte della ditta – ha aggiunto ancora D’Eugenio – e, via via che procederanno i lavori, cercheremo di riaprire alcuni passaggi trasversali per alleggerire la circolazione”.