L'ex Ospedale Meyer di via Buonvicini diventerà un asilo nido. Tutto è pronto per la rinascita dello stabile, per anni una delle eccellenze della sanità nazionale, prima di essere abbandonato e occupato abusivamente per almeno due anni.
A partire dalla primavera 2015 ospiterà 50 bambini in uno spazio completamente ristrutturato all'insegna dell'alta efficienza energetica.

Acqua calda dai pannelli e niente barriere

Ad annunciare la terza incarnazione dell'ex-Meyer sono stati il sindaco Dario Nardella e la sua vice Cristina Giachi al termine della prima giunta fuori sede riunitasi stamani all'aria aperta proprio all'ex-Meyer.

La struttura, 400 metri quadri interni e 650 all'esterno, è reduce da un profondo restauro degli ambienti interni e della facciata, di riqualificazione del verde in giardino e di abbattimento totale delle barriere architettoniche. Una struttura “green” che produrrà più della metà dell'acqua calda dai pannelli solari. L'intervento è costato un milione di euro ed è stato completato nei tempi previsti.

“Un'opera meritoria di ripristino della legalità”, l'ha definita Nardella: “Oggi l'immobile torna alla collettività nel nome dell'educazione”.