Si tratta di 41 tavole, in mostra fino a domenica 15 febbraio ad ingresso libero, che illustrano carte storico-geografico, ma soprattutto sculture e architetture di capolavori lungo la costa italiana e lungo la costa dalmata affacciate sull’Adriatico.
La mostra è realizzata in collaborazione con la delegazione di Firenze dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.
“Negli anni scorsi come Amministrazione Provinciale abbiamo celebrato questa ricorrenza con sedute tematiche del nostro Consiglio – ha ricordato il Presidente Massimo Mattei – e ricordo lo splendido intervento di Lucio Toth nel 2007. Quest’anno abbiamo accettato volentieri la proposta dell’associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia per questa mostra che è anche un modo per ricordare la tragedia delle foibe e l’esodo di 350.000 esuli dell’Istria e della Dalmazia costretti a lasciare la loro casa, la loro terra, la loro storia”.