sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniEventiLa città dei lettori 2021,...

La città dei lettori 2021, il festival sbarca in tutta la Toscana

Torna per la quarta edizione il festival La città dei lettori che quest'anno si svolgerà in varie città della Toscana

-

La città dei lettori 2021 si fa in nove, per la prima volta il festival si allarga a tutta la Toscana in tanti appuntamenti da giugno a settembre. Si comincia il 18 giugno a Pontassieve e si finisce a Bagno a Ripoli l’11 settembre, quasi quattro mesi di programma con incontri spalmati in tutta la regione che coinvolgono il pubblico nell’approfondimento culturale attraverso i libri e i loro protagonisti.

In Toscana con la città dei lettori, il festival 2021 tappa per tappa

La città dei lettori, progetto dedicato al libro e alla lettura ideato e curato da Associazione Wimbledon APS, con la collaborazione e il contributo di Fondazione CR Firenze e il supporto di Unicoop Firenze, spegne quest’anno le prime quattro candeline e – mentre mantiene il suo cuore a Firenze – si allarga proponendo degli appuntamenti satellite, realizzati grazie alla collaborazioni con le amministrazioni del territorio, che portano il festival nei quattro angoli della Toscana. Da Pontassieve (18 e 19 giugno) a Grosseto (25 e 26 giugno), da Montelupo Fiorentino (1 e 2 luglio) a Villamagna, in provincia di Pisa (10 e 11 luglio), da Sesto Fiorentino (
14 e 15 luglio) a Arezzo (23 e 24 luglio) fino ad arrivare finalmente a Firenze il 
26, 27, 28 e 29 agosto e chiudere in bellezza a Calenzano il 
2, 3 e 4 settembre e a Bagno a Ripoli il 10 e 11 settembre.

Il festival dei lettori, da quest’anno in tutta la Toscana

Dopo un’edizione 2020 molto attenta alle regole anticovid, La città dei lettori torna nel 2021 proponendo come focus i festeggiamenti per i 180 anni di attività della casa editrice Giunti e la collaborazione con il Premio Strega che anche quest’anno porterà a Firenze i vincitori delle sezioni del premio nella giornata di venerdì 27 agosto a Villa Bardini.

“Crediamo nella cultura in presenza e abbiamo riprogrammato le date in un periodo in cui possa esserci responsabilmente la sicurezza sanitaria affinché, seguendo ogni norma necessaria, si possa nuovamente ascoltare la voce delle autrici e degli autori stando in platea – ha spiegato Gabriele Ametrano, direttore del festival e presidente dell’Associazione culturale Wimbledon -. Ricordiamo che l’edizione del 2020 ha avuto un attestato di fiducia da parte del pubblico per tutte le regole e norme sanitarie fermamente osservate e fatte osservare, riportando l’assenza di contagi Covid-19 in tutto il percorso degli appuntamenti proposti. Sarà anche quest’anno una edizione straordinaria ma come abbiamo sempre detto “i lettori non si fermano”. Con responsabilità e passione possiamo dire che La città dei lettori non si è mai fermata”.

Ultime notizie