giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniEventiDietro le quinte della Pergola,...

Dietro le quinte della Pergola, visite per curiosi

Ci sono anche una serie di visite guidate per i curiosi in programma nel mese di febbraio alla Pergola. Oltre ai più classici L'Avaro di Luigi De Filippo, La Bottega del Caffè e il Don Chisciotte. Ecco il calendario.

-

Ci sono anche una serie di visite guidate per i curiosi in programma nel mese di febbraio alla Pergola. Oltre ai più classici L’Avaro di Luigi De Filippo, La Bottega del Caffè e il Don Chisciotte. Ecco il calendario.

L’AVARO. Dal 1 al 6 febbraio in scena “L’Avaro”, traduzione e libero adattamento in due parti di Luigi De Filippo dalla commedia di Molière. Con Luigi De Filippo e la sua compagnia (in ordine alfabetico): Marisa Carluccio, Felicia Del Prete, Riccardo Feola, Luca Gallone, Guglielmo Guidi, Marianna Mercurio, Roberta Misticone, Luca Negroni, Paolo Pietrantonio e Michele Sibilio.

LA BOTTEGA DEL CAFFE’. Dall’8 al 13 febbraio di scena la Compagnia del Teatro Carcano con  “La bottega del caffè” di Carlo Goldoni. “La bottega del caffè” rimane, come la maggior parte del teatro di Goldoni, un’eccezionale banco di prova per attori, registi, scenografi e costumisti e vale a dire per tutta la parte artistica. Come tutti i più grandi autori, Goldoni descrive, indaga e mostra allo spettatore, in forma imperfettibile l’agire degli esseri umani in un determinato contesto storico e in un continuum culturale che ancora oggi ci appartiene.

UN ISPETTORE IN CASA BIRLING. Dal 15 al 20 febbraio sarà la volta di “Un ispettore in casa Birling” di John Boynton Priestley,  considerato oramai un classico del teatro inglese. Scritto e rappresentato per la prima volta a Mosca nel 1945, in Italia venne messo in scena nel 1947 da Orazio Costa con Salvo Randone e Camillo Pilotto, e successivamente negli anni Ottanta dalla Compagnia Tieri-Lojodice. Paolo Ferrari e Andrea Giordana diretti da Giancarlo Sepe debuttano in questa stagione con una nuova edizione italiana tradotta da Giovanni Lombardo Radice.

DON CHISCIOTTE. Dal 22 al 27 febbraio il Teatro de Gli Incamminati porta alla Pergola il celeberrimo Don Chisciotte di Miguel de Cervantes. “Don Chisciotte è un enorme trattato sull’imitazione: così come lui imita i cavalieri, io imito i cavalieri della scena”. Con questa premessa Franco Branciaroli, dopo l’originale edizione di Finale di partita in cui il protagonista parlava con la voce dell’ispettore Clouseau, si prepara al testo di Miguel de Cervantes. Branciaroli sarà infatti impegnato nel doppio ruolo di Don Chisciotte e Sancho Pancia, cui darà, imitandole, le voci di Vittorio Gassman e Carmelo Bene.

DIETRO LE QUINTE. Infine domenica 20 febbraio, alle ore 10.30,11.30,12.30 i più curiosi potranno scoprire i segreti del teatro della Pergola grazie a una visita-spettacolo ideata dal direttore Riccardo Ventrella come evento speciale in occasione di TeatriAperti 2006 e riproposta a furor di popolo. Dal pozzo, al telefono di Meucci, dallo scranno costruito per Giuseppe Verdi fino allo spettacolare meccanismo per il sollevamento della platea costruito da Cesare Canovetti nel 1857, una mattina non basterà a svelare tutti i retroscena di uno dei teatri più preziosi e ricchi di storia del Paese.

Ultime notizie