Martedì 1° aprile è infatti in programma il secondo appuntamento del ciclo di conferenze “Incontri con Dante”, organizzato dal Comitato Uisp di Firenze, nell’ambito delle iniziative per i 60 anni dell’associazione, e dal liceo classico Michelangiolo, alle 15,30 alla sede dell’istituto superiore fiorentino, in via della Colonna 9. Relatore d’eccezione, come di consueto, sarà il professor Bruno Bonatti, esperto e cultore della materia, chiamato a dare vita e parola a alcuni dei personaggi simbolo di Dante, inquadrandoli nel periodo storico e mettendo in luce le controverse tematiche affrontate dal poeta.

Il secondo incontro prenderà spunto dal sentimento di pietà e dalla particolare sensibilità che sembra animare il poeta verso i “peccatori carnali”  o lussuriosi, tanto da riservare loro un trattamento di “favore” in Inferno, Purgatorio e Paradiso. Nel Purgatorio, infatti, chi si è macchiato di tale colpa, come i poeti d’amore Arnaut Daniel e Guido Guinizzelli, ma anche alcuni sodomiti, si trova nel Girone più vicino allo stesso Paradiso.

Per certi versi ancor più “scandalosa” può apparire la decisione di Dante di dedicare agli “spiriti amanti”, “coloro che hanno risolto il loro essere amatori carnali in spirito amante”, come Carlo Martello, Cunizza da Romano o Raab, il terzo Cerchio dello stesso Paradiso.

Il ciclo di appuntamenti proseguirà con “La figura di Ulisse” (8 aprile); “Il Paradiso terrestre: Matelda” (15 aprile), “Manfredi e la figura del politico” (22 aprile), “Dante e San Pietro: la Cristianità” (29 aprile), sempre al Liceo Michelangiolo in via della Colonna 9, dalle 15,30 alle 17. Ingresso libero.