La storia sbarca al teatro di Rifredi. Lo spettacolo “La terrazza di Praga”, patrocinato dal consolato onorario della Repubblica Ceca per la Regione Toscana, prende avvio la mattina del 20 agosto 1968 in un albergo di piazza Venceslao a Praga, dove un giovane giornalista dilettante giunto dall’Italia e una misteriosa donna boema s’incontrano di nascosto: il ragazzo è in vacanza attratto dalle straordinarie trasformazioni in corso nella capitale cecoslovacca dalla primavera del 1968, mentre la donna vuole confidare segretamente la storia della sua vita in modo che l’italiano, meno sospettabile di un giornalista di professione, la faccia conoscere a occidente insieme alle tragiche ed assai poco note vicende storiche del suo paese.

Per eludere le microspie presenti nella stanza dell’albergo la donna costringe l’ingenuo straniero ad appartarsi con lei: sulla terrazza affacciata su piazza Venceslao, si abbracciano come due innamorati… Durante quel lungo abbraccio Aranka evoca sussurando all’orecchio del giovane il drammatico susseguirsi dei fatti che hanno condizionato la sua esistenza, ammonendolo sul pericolo di una nuova ed improvvisa tragedia in procinto di scatenarsi sulla Cecoslovacchia…

Questa, in sintesi, la trama dello spettacolo, in programma al teatro di Rifredi venerdì 14 novembre alle 21. 

Poesie di: Rainer Maria Rilke, Wislawa Szymborska, Jaroslav Seifert, Salvatore Quasimodo:

Musiche di: Antonìn Dvorak, Wolfgang Amadeus Mozart, Ferenc Liszt, Antonio Vivaldi, Friedrich Haendel, Frédéric Chopin.

Interpreti: Martina Dlabajova (Voce di Aranka), Giuseppe Passoni (Voce dell’ingegnere narratore), Dario Roiatti (Voce reporter 21 agosto 1968 – voce recitante), Michele Gaggia (Voce Radio 1989), Raffaella Adani (Voce recitante)

Progetto, testi e regia: Giuseppe Passoni