domenica, 4 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniEventiMany Possible Cities 2022, la...

Many Possible Cities 2022, la città del domani alla Manifattura Tabacchi

3 giorni, 40 ospiti italiani e internazionali, talk, mostre e musica. Nella Manifattura Tabacchi di Firenze torna Many Possible Cities, il festival alla quarta edizione dedicato alla rigenerazione urbana

-

- Pubblicità -

Come le città moderne si stanno evolvendo tra accessibilità, accoglienza, arte e rapporto con la natura. L’edizione 2022 di Many Possible Cities, festival che la Manifattura Tabacchi di Firenze dedica alla rigenerazione urbana, è incentrata sul tema della ripartenza dei sistemi urbani. Da giovedì 9 a sabato 11 giugno oltre 40 ospiti italiani e internazionali si confronteranno con il pubblico in un lungo programma di talk, tavole rotonde, mostre ed eventi “extra”. I tessuti urbani contemporanei sono infatti dei veri e propri laboratori: due terzi della popolazione europea vive in grandi città.

I talk di Many Possible Cities 2022 alla Manifattura Tabacchi di Firenze

Dalla città botanica al placemaking, dall’urbanismo tattico agli usi temporanei, questa rassegna vuole indagare le ultime frontiere dello sviluppo urbano, anche con singolari storie. Come quella di Leo Valls, parte di una comunità di skateboarder che a Bordeaux ha fatto cadere il divieto vigente e ha trasformato la città in una capitale europea dello skateboard. O anche l’esperienza del Natur Park Schöneberger Südgelände di Berlino, un’oasi urbana e galleria d’arte a cielo aperto nata al posto di una stazione ferroviaria di smistamento abbandonata.

- Pubblicità -

Queste e altre esperienze saranno al centro dei talk della sera, che coinvolgeranno personalità del mondo della cultura, dell’arte e della scienza. Si parte giovedì 9 giugno alle 18 con Come riavviare la città: i casi di Bordeaux, Barcellona e New York, per proseguire venerdì sempre alle 18 con l’incontro Città come approdo, dedicato all’accoglienza, ai migranti e ai diritti, e alle 19 con La città si-cura sul rapporto tra assetti urbani e cultura sessista del lavoro, insieme Marie Moïse, attivista e dottoranda in filosofia politica all’Università di Padova e Tolosa II. Sabato 11 alle 18 Nature Urbane, una riflessione sugli approcci progettuali, i modelli di gestione e partecipazione dei cittadini alla cura e conservazione attiva degli spazi naturali.

Accanto ai talk Many Possibile Cities 2022 propone un calendario di tavole rotonde che porta nella Manifattura Tabacchi di Firenze la riflessione dedicata a esperienze e strumenti di rigenerazione urbana su scala nazionale. Durante il festival sarà inaugurata anche la mostra/installazione monografica sulla Piazza della Ciminiera, parte del progetto di divulgazione culturale Vuoto a cura del collettivo Orizzontale in collaborazione con Atto (inaugurazione giovedì ore 19.30).

Il programma extra, tra tour in bici e concerti

- Pubblicità -

Nel programma “extra” figurano poi i Grand tour in biciletta per scoprire e conoscere meglio i quartieri fiorentini (giovedì e venerdì alle 18.30, partecipazione gratuita, prenotazione online); il live di Lanyard & Pseudospettri (giovedì 9 ore 22.00); l’inaugurazione del progetto Arno3D con la nuova skate plaza di Manifattura Tabacchi seguita da un dj set in vinile del sound artist e producer Abo (venerdì 10 dalle 20.00) e la proiezione del film Natur Park Südgelände (sabato alle 21).

La quarta edizione di Many Possible Cities è un progetto di Manifattura Tabacchi Firenze, co-prodotto con LAMA Impresa Sociale e MIM-Made in Manifattura. Il programma completo su  www.manypossiblecities.eu.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -