I fiorentini Street Clerks sono stati eliminati ieri sera da XFactor. Con la loro uscita di scena non è rimasto nessun esponente toscano in gara.

XFACTOR. Ieri sera c’è stato il quarto live show ed era la serata chiamata non più ”XFactor” ma ”HellFactor” (‘hell’ in inglese significa ‘inferno’) perché nella puntata di ieri erano previste ben due eliminazioni. Nella prima manche è uscita Roberta Pompa e nella seconda, dopo essere andati al ballotaggio con Gaia, i fiorentini Street Clerks non ce l’hanno fatta a superare il turno e sono stati eliminati. E i social si sono scatenati subito contro questa eliminazione.

STREET CLERKS. Gli Street Clerks sono una band fiorentina doc composta da Cosimo (voce e contrabbasso), Francesco (voce e batteria), Alexander (voce e chitarra elettrica) e Valerio (voce e chitarra acustica). Sono quattro amici fiorentini che, dal 2009, hanno l’obiettivo di fare della loro musica un qualcosa con cui vivere. Si chiamano ”Street Clerks” perché questo nome riflette il loro stile: a metà tra l’impiegato e l’artista di strada, non a caso hanno all’attivo molte esperienze di busking a livello europeo. Per loro, abituati a essere una band e quindi a usare gli strumenti, è stato molto difficile, a tratti penalizzante, dover rientrare nella categoria del ”solo” gruppo vocale.

COMMENTI. ”Noi, essendo una band, a XFactor ci trovavamo in un habitat che non è esattamente il nostro e questo ha giocato contro di noi – fanno sapere gli Street Clerks subito dopo l’eliminazione – Però noi ci siamo divertiti, abbiamo imparato un sacco, siamo grati di questa esperienza e speriamo soprattutto che la nostra carriera vada avanti”. ”Ora avrete l’oppurtunità di tornare a cantare e a suonare i vostri strumenti in totale libertà -afferma Mika – Sentitevi liberi!”.

(Foto presa dalla pagina Facebook degli Street Clerks e di XFactor Italia)