Inizia bene l’anno la Fiorentina col suo uomo più talentuoso, Federico Chiesa, che risolve, negli ultimi minuti di gara, l’ottavo di finale di Coppa Italia tra Torino e Fiorentina giocato allo stadio Olimpico Grande Torino. Una partita iniziata bene per gli uomini di Stefano Pioli che però hanno sofferto i granata nel secondo tempo. Al debutto Muriel, il neo acquisto di questa sessione di mercato, al posto di Simeone. Unica novità in squadra per Pioli. Mazzarri non ha Zaza e schiera, in attacco Iago Falque al posto di Belotti.

Primo Tempo

La Fiorentina parte bene mettendo sotto pressione il Torino che però al 5’ riesce ad impensierire Lafont con un colpo di testa di Aina. Al 20’ Meité devia un tiro Chiesa con un braccio, l'arbitro Abisso non concede un rigore dopo aver visto il Var. un angolo che aveva avuto una genesi particolare, visto che l'azione del precedente corner era nata da un fallo laterale non concesso al Torino. Al 42’ la prima vera azione da gol con Veretout che costringe Sirigu ad una bella parata. In piene recupero, prima dell’intervallo è Mirallas asfiorare la rete ma Sirigu è di nuovo pronto. Si va negli spogliatoi a reti bianche.

Secondo Tempo

E subito il Torino tenta di sbloccare la partita. Al 48’ Belotti va al tiro dopo un’azione orchestrata da Baselli e Iago Falque, Veretout devia in corner. Al 57’ Vitor Hugo anticipa di testa Sirigu ma non inquadra la porta. Al 78’ De Silvestri segna il gol del vantaggio, ma Abisso lo annulla per posizione irregolare. La gara si decide solo alla fine. All’87’ Simeone si invola sulla sinistra lasciando sul posto DjiDji, resiste al tentativo di ritorno di Ola Aina e calcia a rete. Sul pallone ribattuto si avventa Chiesa che, complice un rimpallo, insacca la sfera dove Sirigu non può arrivare. Al 92’ c’è un lancio di Dabo, Chiesa vince il duello con Lyanco ed è freddo nel battere Sirigu in uscita con una conclusione di esterno destro. E’ il 2-0 che regala il passaggio del turno ai viola.

L’allenatore

Soddisfatto, a fine gara, Stefano Pioli. “Partita difficile in un campo molto scivoloso, difficile manovrare bene la palla, anche per la pressione del Torino. Siamo stati molto bravi a gestire la gara ed a segnare. Abbiamo sofferto sulle palle inattive, dove il Torino ha creato qualche occasione, ma noi ci abbiamo messo molto carattere e per i miei ragazzi è un grande risultato”.