martedì, 27 Settembre 2022
HomeSezioniFiorentinaADV: "Rigore troppo netto per...

ADV: “Rigore troppo netto per non essere visto”

Il presidente dimissionario, Andrea Della Valle, arriva nella sala stampa dell'Artemio Franchi pochi minuti dopo le 13. "Sono qui per fare un punto della situazione. Per noi, l'ambiente e i tifosi". Esordisce così il maggior azionista della Fiorentina, indignato, ma anche tanto sconsolato per l'ennesimo arbitraggio a sfavore della Fiorentina.

-

Pubblicità

“Quello che ho visto ieri sera è scandaloso. Pensavo di averlo già visto con il Bayern, ma non si finisce mai di stupirsi. C’era un rigore nettissimo, troppo netto per non essere visto. Non voglio risposte da Collina e Abete, non me ne darebbero neanche nei Palazzi. Se c’è un po’ di criterio, qualcuno mi spieghi come si fa a mandare un arbitro con questi precedenti con la città”.

“Il vantaggio? – ha proseguito Andrea Della Valle – E’ stato detto che è stato dato il vantaggio, che Keirrison aveva una chiara occasione da gol… mi viene da pensare che dopo quattro anni di qualificazione in Champions il quarto posto adesso sia sfumato definitivamente. Da oggi il capitolo quarto posto è chiuso. Ora questa Fiorentina deve essere caricata, da certe sfide si può uscire davvero con le ossa rotte. Con Roma e Bayern siamo usciti a testa alta, possiamo giocarcela con tutti, lo dimostra il fatto che abbiamo annullato Pato e compagni. Dobbiamo essere tutti più ottimisti, anche se è difficile, è una squadra con grandi qualità. Questa è la rabbia che, da sabato, dobbiamo gettare in campo”.

Pubblicità

“Cattivi pensieri? – ha concluso ADV – non ho dormito stanotte, figuriamoci se torno ai ‘cattivi pensieri’. Chiedo solo di mandarci arbitri sereni, lasciamoli lavorare sereni, ma loro devono scendere in campo così. Non li vogliamo condizionati psicologicamente, anche se abbiamo buttato le ultime chance del quarto posto. La dignità è troppo importante per Firenze, la difenderemo fino all’estremo. I calendari? Anticipi e posticipi erano già stati fissati quando è stato deciso il rinvio. Poi dobbiamo giocare con Lotito, non ci ho neanche provato a chiederglielo… Con il Napoli giocheremo il sabato, dopo il Bayern, ma non insegno io ai media quant’è importante lo share per le tv”.

Pubblicità

Ultime notizie