lunedì, 29 Novembre 2021
HomeSezioniFiorentinaAmbrosini decide nel gelo. La...

Ambrosini decide nel gelo. La Fiorentina vince (2-1) sul Dnipro

Dnipro-Fiorentina 1-2

-

La Fiorentina coglie una vittoria importantissima in Ucraina. Il finale (2-1) contro il Dnipro con le reti di Gonzalo Rodriguez su rigore e Ambrosini per i viola e di Seleznyov, sempre su rigore, per i padroni di casa pone i viola al comando solitario del loro girone di Europa League. Senza Gomez e Pepito Rossi è ancora turnover per Montella che schiera in attacco il solo Matos, supportato da Mati Fernandez. A centrocampo spazio a Bakic che prende il posto di Borja Valero, tenuto a riposo, e Ambrosini che compone con Pizarro la coppia mediana. Juande Ramos si affida invece alla coppia offensiva formata da Zozulya e Seleznyov.
 
PRIMO TEMPO – Tempaccio in Ucraina. Tanto freddo, neve mista ad acqua, campo al limite della praticabilità. La prima occasione è dei padroni di casa ma a crearla è Neto, il portiere viola, che non riesce a bloccare un innocuo cross dalla destra e soltanto un intervento strepitoso di Gonzalo Rodriguez in scivolata, salva il risultato. Gli ucraini continuano a spingere sull’acceleratore e vanno di nuovo vicini al gol con una bella azione personale di Seleznyov ma trova la risposta di Neto che si riscatta dopo l’errore precedente. Ci prova Marco Alonso che serve in mezzo all’area Matos ma la sua deviazione verso la porta di Boyko è debole.
SECONDO TEMPO – Montella inserisce Borja Valero al posto di Bakic. E’ la svolta per il centrocampo viola. Al quarto d’ora Matos si incunea pericolosamente in area e Rotan lo atterra: è il rigore che Gonzalo Rodriguez trasforma. La gioia per il vantaggio dura appena quattro minuti. Pizarro (ammonito nell’occasione) colpisce, al 57′, col braccio un pallone calciato da distanza ravvicinata da Seleznyov e l’arbitro assegna il penalty, che lo stesso attaccante ucraino trasforma. E’ l’1-1.  La Fiorentina ha una reazione da grande squadra e cerca il nuovo vantaggio. Lo trova al 73′ con un grande Ambrosini. Il migliore in campo. L’ex milanista va in gol con un colpo di testa servito da Borja Valero dopo una bella sgroppata sulla fascia sinistra. La Fiorentina riesce a controllare la gara e va vicinissima al terzo gol prima con una gran conclusione da fuori di Cuadrado sventata da Boyko e poi con Borja Valero, il cui tiro all’interno dell’area termina di poco alto sulla traversa. Nel finale espulso Pizarro per doppia ammonizione.
 
L’ALLENATORE – Soddisfatto Vincenzo Montella.  “Era difficile, la squadra mi è piaciuta come tale ma anche nei singoli. È stata una battaglia sportiva, sul campo ai limiti della praticabilità. Sono contento per quei giocatori che finora hanno avuto meno spazio – aggiunge il tecnico viola – e che hanno dimostrato di essere utili anche per il futuro. Una vittoria voluta nonostante le tante assenze. La squadra non ha cercato alibi e non si è nascosta nei singoli. Sono orgoglioso”.

Ultime notizie