martedì, 21 Settembre 2021
HomeSezioniFiorentinaBaba e un gran cuore....

Baba e un gran cuore. La Fiorentina batte il Genoa

Sudatissima vittoria della Fiorentina sul Genoa nella terza giornata del campionato. Segna Babacar, rientra (e bene) Giuseppe Rossi, nel secondo tempo l’espulsione di Badelj complica la gara ma i viola reggono all’assalto finale dei rossoblu e conquistano i tre punti

-

Riparte la Fiorentina che batte il Genoa grazie alla prima rete in campionato di Babacar. Debutto, dal primo minuto di Pepito Rossi che gioca bene per circa un’ora, prima gara anche per il polacco Blaszczykowski (che da ora in poi individueremo sempre in Kuba, il suo soprannome, per non incorrere in errori). Per la prima volta si vede al Franchi, dal primo minuto, quattro giocatori italiani: Pasqual e Astori in difesa, Pepito e Bernardeschi in attacco. Un bel segnale che ci auguriamo abbia un seguito. Anche perché i quattro azzurri non hanno demeritato. Sousa parte con un 4-3-3. Davanti a Tătărușanu giostrano Tomovic e Pasqual nel ruolo di terzini, Astori al centro con al suo fianco a sorpresa Marcos Alonso. A centrocampo accanto a Borja Valero giocano Badej e Vecino. In avanti Pepito Rossi con i due giovani gioielli Babacar (esordio stagionale) e Bernardeschi. Per i rossoblù in porta confermato Lamanna. Difesa a tre con De Maio, Izzo e Burdisso. Tino Costa, Rincon e Ntcham sulla linea mediana, Diego Capel, Pandev e Laxalt in avanti.

 

Primo tempo

 

Partita molto frammentata con tanti errori da entrambe le squadre. Gasperini rispolvera la marcatura a uomo su Babacar, Borja Valero e su Giuseppe Rossi dove, sovente, si regista addirittura il raddoppio. La Fiorentina fatica a costruire trame di gioco. I terzini cercano spesso il lancio in diagonale per cercare spazi ma i rossoblu sono molto bravi a chiudere le opportunità di rete. Poche le occasioni degne di nota. Al 9’ Badelj scodella un bel pallone a Babacar che spedisce abbondantemente fuori. Punizione per il Genoa al 14’. Tino Costa serve Diego Capel ma Astori riesce a salvare. Al 29’ Pasqual crossa dalla sinistra, Laxalt cerca di liberare ma la palla finisce sui piedi di Borja Valero che sfiora il palo alla sinistra di Lamanna. Al 35’ ci prova Astori ma Lamanna para. Si va al riposo a reti bianche.

 

Secondo tempo

 

La ripresa inizia con la Fiorentina decisa a sbloccare il risultato. Al 56’ azione insistita di Pasqual dal limite dell’area. Il capitano non trova per poco l’incrocio dei pali. Al 60’ cross dalla destra di Borja Valero che trova al millimetro l’incornata di Babacar. Palla sul secondo palo e gol. E’ l’1-0 che poi regalerà i tre punti ai viola. Al 62’ esce un positivo Giuseppe Rossi per Kalinic ma un minuto dopo Badej si fa ingenuamente espellere per somma di ammonizioni. Al 68’ colpo di testa di Alonso su una punizione dalla sinistra ma la palla esce fuori di poco. Negli ultimi 10 minuti il Genoa tenta il tutto per tutto ma la diga, in nove più il portiere, della Fiorentina regge.

 

L’allenatore

 

Soddisfatto, a fine gara Paulo Sousa. “Siamo stati bravi a bloccare il Genoa e a creare molte occasioni da gol. Abbiamo visto la personalità e il carattere di questa squadra, sono tre punti belli. Li abbiamo controllati bene fino a quando siamo stati undici contro undici”. Su Rossi il giudizio dell’allenatore viola. “Lo vedo sempre bene, la notizia è la sua continuità di lavoro. Si vede la sua umiltà, è un ragazzo di cuore, contiamo su di lui. Quando arriverà al top, potremo fare il salto di qualità. Gli  manca il ritmo partita – conclude Sousa – ed abbiamo un lavoro specifico per lui. Prima o poi arriverà la qualità di Giuseppe”.

Ultime notizie