giovedì, 8 Ottobre 2020
Home Sezioni Fiorentina Il Bologna pareggia in extremis...

Il Bologna pareggia in extremis e rovina la Befana viola

Una punizione in pieno recupero di Orsolini rende amaro l’esordio sulla panchina della Fiorentina di Iachini. Di Benassi il gol per i viola

-

Alla Fiorentina manca la vittoria dallo scorso 30 ottobre e nemmeno l’arrivo di Giuseppe Iachini in panchina ha rotto l’incantesimo. Nel derby dell’Appennino che ha aperto il 2020 Bologna e Fiorentina si dividono la posta in palio. Viola in vantaggio con Benassi nel primo tempo, i felsinei trovano il punto nei minuti di recupero con una punizione di Orsolini. Iachini schiera Benassi a centrocampo al posto di Badelj e ritrova in attacco Chiesa al fianco di Vlahovic. Mihajlovic si affida ad Orsolini e Sansone in avanti.

Primo Tempo

Avvio di gara con la Fiorentina che si difende bene su alcune incursioni in avanti del Bologna. E’ Palacio, al 12’ che segna una rete ma l’arbitro Valeri annulla per fuorigioco. Al 28’ Benassi raccoglie una respinta e di destro, al volo, fulmina Skorupski col pallone che si insacca a fil di palo. E’ l’1-0 viola. Al 33’ Caceres rischia l’autorete mentre al 42’ ci prova Pezzella, di testa, ma la sfera vola alta sopra la traversa. Si va al riposo con la Fiorentina avanti.

Secondo Tempo

Il Bologna non demorde e per tutta la ripresa cerca il pareggio con la Fiorentina che mostra molta più difficoltà a proporsi in attacco rispetto ai primi 45 minuti di gioco. Da segnalare un bel tiro di Lirola, ad inizio secondo tempo, che impegna Skorupski sul primo palo. Al 67’ è Dragowski riesce a chiudere su Sansone involato a rete. Al 71’ è Skorupski a parare su un tiro di Chiesa. Al 77’ la risposta del Bologna con Santander ma la palla finisce alta sopra la traversa. Dopo due minuti Pulgar spaventa il suo ex pubblico con una punizione che termina a lato di pochissimo. In pieno recupero, mentre il Bologna attacca senza lasciare spazio ai viola, l’episodio che cambia la partita: punizione di Orsolini che sorprende Dragowski sul suo palo che rovina la festa viola.

L’allenatore

Fiducioso, a fine gara, Giuseppe Iachini. “I ragazzi hanno fatto una buona gara, Bologna è un campo difficile. Abbiamo cercato di fare la nostra gara ma non ci siamo riusciti. Dobbiamo essere più smaliziati, alla fine non abbiamo letto bene l’ultimo passaggio. Peccato, eravamo arrivati alla fine con una vittoria in mano. Non mi aspettavo tanto di più rispetto ad oggi, dopo così poco tempo. Certo – aggiunge l’allenatore viola – ci sono state risposte dal punto di vista difensivo, ma dobbiamo leggere meglio le situazioni per creare qualcosa in più. Ci lavoreremo, i ragazzi hanno dato tutto, pensiamo alla prossima gara. Stiamo lavorando per conoscerci, dobbiamo crescere, magari andando avanti valuteremo se fare o meno qualcosa di diverso. Oggi abbiamo preferito così, ma ci sarà tempo per inserire qualcosa di diverso”.

Ultime notizie

Quarantena e rientro in Italia: per quali Paesi è obbligatoria. E il tampone?

Dalla Romania alla Croazia, passando dall'Albania alla Francia: per chi è obbligatorio l'isolamento fiduciario o il tampone, una volta entrato o tornato in Italia

Smart working, pubblica amministrazione e privati: proroga fino a quando

La legge rilancio, lo stato di emergenza e il nuovo decreto Covid del governo: il punto sulla proroga del lavoro agile per il pubblico impiego e per i dipendenti del settore privato

Stato di emergenza Covid, cosa comporta la proroga al 31 gennaio

Durerà fino all'inizio del 2021, ma cosa significa "stato di emergenza", cosa comporta e cosa prevede la legge (anche per lo smart working)

Quando si può togliere la mascherina all’aperto senza rischiare la multa

Mentre si attende il nuovo dpcm, il decreto legge Covid introduce da subito l'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto: ma quando si può stare senza? E come comportarsi se si corre e si va in bici?