lunedì, 6 Dicembre 2021
HomeSezioniFiorentinaCrollo viola a Siviglia. Finale...

Crollo viola a Siviglia. Finale di Europa League lontanissima

La Fiorentina naufraga a Siviglia. Gli spagnoli vincono 3-0 ipotecando la finalissima di Varsavia di Europa League. I viola sbagliano quattro nitide occasioni da rete. Nel ritorno di giovedì prossimo all’Artemio Franchi la Fiorentina è chiamata ad una grande impresa

-

La Fiorentina, che non aveva mai perso fuori casa in Europa League, crolla al Sánchez-Pizjuán contro il Siviglia che colleziona la nona gara europea consecutiva, e incatena il 35° risultato utile nelle ultime 36 gare ufficiali nel suo fortino. La doppietta di Aleix Vidal e la rete di Gameiro stendono una Fiorentina che divora quattro occasioni da gol prima di subire una vera lezione dagli iberici. L’ultima sconfitta in trasferta dei viola risaliva al 17 febbraio 2010 a Monaco di Baviera. Tutti insufficienti, disastrose le prove di Neto, Badelj e Gomez. Giovedì prossimo solo un’impresa da grande squadra può portare i viola alla finale di Varsavia. Il tecnico iberico Unai Emery schiera, a centrocampo, Krychowiak e Mbia in mediana con l’abbassamento a terzino di Aleix Vidal, mentre sulla trequarti operano Éver Banega, con Vitolo e Reyes larghi in funzione dell’unica punta Bacca. Vincenzo Montella risponde con Borja Valero e Mati Fernández con Badelj in protezione, e il tridente formato da Joaquín e Salah e Mario Gomez di punta. In panchina Pizarro.

 

Primo tempo

 

Vivace inizio della Fiorentina che ha subito un approccio propositivo ma, sterile. Al 5’ Joaquin serve Gomez che si mangia un’occasione d’oro sottoporta. Al 17’ il Siviglia passa in vantaggio. L’accortezza tattica di Emery con l’utilizzo di Aleix Vidal dà i suoi frutti. Il suo inserimento è micidiale. Il terzino, tralasciato da tutti i giocatori viola, permettere agli andalusi di portarsi avanti. Nessuno va a chiudere sul suo destro dal limite, Neto rimane fermo anche se il tiro era difficilissimo da intercettare. Passano due minuti e la Fiorentina potrebbe pareggiare. Cross di Alonso sulla sinistra, Mati sbaglia ad un metro dalla porta. Al 23’ sponda di Gomez per Mati, stavolta il cileno fa tutto bene, compresa la conclusione ma Sergio Rico, portiere iberico è attento. Dopo un minuto sbaglia anche Salah. Si va al riposo con il Siviglia avanti 1-0.

 

Secondo tempo

 

Cambia tutto nella ripresa. Il Siviglia accelera un po’ e la Fiorentina si ferma. Al 51’ Badelj perde un pallone a centrocampo, Aleix Vidal sale e la difesa viola è impreparata, al resto ci pensa Neto: è il 2-0 per il Siviglia. Mentre tutti aspettano una reazione ed un gol che potrebbe riaprire la gara, al 75’ Gameiro, appena entrato al posto di Bacca, trasforma un tiro-cross del solito Aleix Vidal in gol. La Fiorentina ha più di un piede fuori dall’Europa League.

 

L’allenatore

 

Vincenzo Montella spera ancora nel miracolo nella gara di ritorno. “Ce la siamo giocata alla pari, se abbiamo qualche piccola speranza ce la giocheremo giovedì prossimo. La squadra non ha pressione, in un fortino così la Fiorentina è sempre stata in partita. Si è persa per dieci minuti. La sfortuna non è stata dalla nostra parte. Io credo nell’impresa, nel calcio ci sta tutto. Il Siviglia ha una rosa omogenea – conclude il tecnico viola – e possono alternare tante soluzioni. Il Siviglia è stato costruito con grande logica, come caratteristica assomiglia molto al Napoli. La Fiorentina non meritava di tornare a casa con questo passivo”.

Ultime notizie