venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniFiorentinaFesta viola, al Franchi il...

Festa viola, al Franchi il primo KO del Milan

Notte dominata dai bomber: Vlahovic e Ibrahimovic

-

La Fiorentina batte (4-3) il Milan. Per i rossoneri è la prima sconfitta in campionato. I viola tornano a vincere dopo lo stop contro la Juve e mantengono il contatto con la zona Europa. Stadio che torna ad essere esaurito dopo mesi. Vincenzo Italiano sceglie ancora Terracciano tra i pali e s’inventa la difesa con Igor e Venuti centrali, Odriozola e Biraghi ai lati. A centrocampo Torreira centrale con Duncan e Bonaventura mentre a fianco di Vlahovic giocano Saponaa e Callejon. Stefano Pioli deve fare a meno di Rebic ma schiera titolare Ibrahimovic. Tonali è preferito a Bennacer, in difesa Kalulu e Gabbia per sopperire alle assenze di Calabria e Tomori.

Primo Tempo

Il Milan pressa tanto ma la Fiorentina riesce a ripartire in contropiede. Il risultato si sblocca per una “papera” dell’ex Tatarusanu. Al 15’ un corner arriva in area rossonera ma il portiere romeno non trattiene, la sfera scivola davanti a Duncan che anticipa Gabbia e segna l’1-0. Il Milan ci prova al 19’ con Tonali ed un minuto dopo con Leao ma è bravo Terracciano a respingere sempre. Al 35’ è ancora Leao a mettere pressione alla difesa viola ma questa volta è Igor a rimediare intercettando il tiro. Al 40’ ci prova Ibrahimovic ma il colpo di testa finisce a lato. Proprio allo scadere, sponda di Vlahovic per Saponara che trova un destro imprendibile per Tatarusanu. Si va al riposo sul 2-0.

Secondo Tempo

Ripresa dalle grandi emozioni. Ben tre gol in sette minuti. Al 59’ Vlahovic evita il fuorigioco, brucia Gabbia e batte Tatarusanu, uscito malamente, e sigla il tris viola. Passa un minuto e Bonaventura regala il pallone a Ibra che, in area, non si lascia scappare l’occasione e segna il 3-1. Al 65’ Hernandez ruba palla ad Odriozola, cross basso da sinistra e altro gol di Ibrahimovic per il 3-2. All’85’ Nico Gonzalez, al rientro dopo la positività al Covid, brucia Theo Hernandez e serve Vlahovic che segna il 4-2. L’autorete di Venuti all’ultimo secondo serve solo a fissare il punteggio sul 4-3.

L’allenatore

Felice, a fine gara, Vincenzo Italiano. “È stata una partita intensa, dai ritmi elevati. Ci tenevamo a far bene contro una grande squadra. Dopo gli zero punti con Inter e Napoli, avevamo l’obiettivo di battere una big. Eravamo in piena emergenza, ci abbiamo messo determinazione. Una vittoria incredibile, meritata nel complesso. Grande spirito dei ragazzi, in un reparto falcidiato dalle assenze. Abbiamo un po’ rischiato sul 3-0, ma sono stati bravi Nico e Dusan – aggiunge il tecnico viola – a recuperare palla per il 4-2. I ragazzi sanno come affrontare le partita, siamo stati bravi, fortunati e concreti come non mai. Vincere e battere la prima in classifica testimonia i meriti di questi ragazzi”.

Ultime notizie