Home Sezioni Fiorentina Fiorentina Lazio 2-1. La Lazio batte la Fiorentina al fotofinish

Fiorentina Lazio 2-1. La Lazio batte la Fiorentina al fotofinish

È il colpo di testa di Immobile ad una manciata di secondi dal 90° a decidere Fiorentina-Lazio, una sorta di rampa di lancio, per entrambe le squadre, per entrare in zona Europa. In gol per i biancocelesti Correa e, come detto, Immobile. In gol per la Fiorentina Chiesa

Fiorentina Lazio, il posticipo della nona giornata di serie A è stato vinto dai laziali a spese dei Viola grazie alle rete di Immobile, che insacca di testa su passaggio di Lukaku che aveva però rubato precedentenente palla a Sottil in maniera irregolare e Correa. In mezzo il gol di Chiesa.

La Lazio ha avuto il merito di credere di più nei tre punti. La viola ha sofferto per l’uscita anzitempo di Caceres ed è stata meno precisa in zona tiro. Montella conferma l’undici titolare con Ribery in avanti con Chiesa ed anche Inzaghi risponde col 3-5-2 che vede come finalizza tori Correa e Immobile.

In tribuna il presidente Rocco Commisso reduce da Cesena dove ha assistito alla supercoppa italiana di calcio femminile vinta dalla Juventus (2-0) ai danni della Fiorentina Women’s.

Fiorentina Lazio. Primo Tempo

Squadre veloci e ben messe in campo. Gioco sempre piacevole ed è la Fiorentina, al 14’ ad essere pericolosa con Chiesa che si libera dal limite dell’area e prova il tiro che viene parato da Strakosha. Al 19’ va in rete la Lazio con Immobile in chiara posizione di fuorigioco. E’ però solo l’antipasto. Al 21’ Correa va in gol. Anche questa volta il dubbio del fuorigioco nasce ma dopo un consulto al Var l’arbitro Guida dà il via libera visto che Pezzella teneva in gioco l’argentino che prima di andare in gol dribbla Dragowski. Al 27’ è Ribery, servito da Castrovilli, a costruire un assist per Chiesa che segna il pareggio. Prima del riposo c’è da segnalare il cambio obbligato di Caceres che esce per un risentimento muscolare al 37’ e viene sostituito da ranieri. Si va all’intervallo sul pareggio.

Fiorentina Lazio. Secondo Tempo

E’ ancora la Fiorentina a farsi pericolosa ad inizio ripresa. Al 52’ Dalbert serve Chiesa ma è Radu a riuscire a deviare la sfera. Al 64’ ed al 65’ prima Ribery e poi Chiesa ci provano ma, in entrambi i casi, la sfera finisce di poco a lato. Al 77’ ci prova Correa ma il tiro viene deviato da Dragowski. Ed è sempre il portiere viola a salvare al Fiorentina, all’84’ su una punizione di Luis Alberto. All’ 88’ Lukaku ruba palla a Sottil commettendo fallo e serve Immobile che, di testa, segna la rete della vittoria. In pieno recupero Ranieri tocca di mano il pallone e viene espulso. Guida assegna il rigore che viene calciato da Caicedo. Dragowski para. La Lazio torna al successo, la Fiorentina interrompe la striscia positiva e mercoledì si torna subito in campo contro il Sassuolo.

L’allenatore

Duro Vincenzo Montella a fine gara. “Perché non andare a vedere un episodio, quello tra Sottil e Lukaku, che dalla tv è netto, a tre minuti dalla fine? Tra fischiare e non fischiare c’è un mondo, non è la prima volta che ci capita quest’anno, è dura. Non va bene, perché si fa così? In un episodio decisivo è una cosa grave non andarlo a vedere. Il protocollo a cosa serve? Quando non c’era la Var accettavo gli episodi, ora come fai. Abbiamo perso quattro minuti per aspettare il consulto tra Var e arbitro, bastava andarlo a vedere – continua l’allenatore viola – e si sarebbe perso anche meno tempo: non capisco. Abbiamo scommesso che avevo ragione io, adesso che Guida mi paghi il caffè che mi aveva promesso. Sono, comunque, orgoglioso per i ragazzi, la Lazio gioca insieme da tanti anni. In termini di occasioni abbiamo avuto di più, nel finale abbiamo sofferto stranamente a livello fisico. Gli episodi potevano girare la partita, ma questa è la prima volta che l’avversario ci è stato superiore nell’arco della partita”.