venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniFiorentinaFiorentina-Mutu, ora è scontro. "Perseguiremo...

Fiorentina-Mutu, ora è scontro. “Perseguiremo il calciatore”

Mutu si è presentato questa mattina agli allenamenti, ma la società viola non ci sta. "La Società ACF Fiorentina comunica di aver disposto, ai sensi dei commi 10 e 11 dell’articolo 11 dell’Accordo Collettivo, l’immediata esclusione del calciatore Adrian Mutu dagli allenamenti e dalla preparazione", spiega un comunicato. Che continua: "L’ACF Fiorentina perseguirà il calciatore in ogni sede".

-

Fiorentina-Mutu, ora è scontro totale. In mattinata il rumeno si era presentato agli allenamenti, ma la società viola non ci sta.

IL COMUNICATO. E illustra la sua posizione con un comunicato apparso poco prima di pranzo sul suo sito ufficiale: “La Società ACF Fiorentina comunica di aver disposto, ai sensi dei commi 10 e 11 dell’articolo 11 dell’Accordo Collettivo, l’immediata esclusione del calciatore Adrian Mutu dagli allenamenti e dalla preparazione, in quanto lo stesso ha gravemente e ritorsivamente inadempiuto ai suoi obblighi contrattuali e ha recato grave danno agonistico ed economico alla Società, e mancando di rispetto alla stessa, prima dichiarando alla stampa di aver rotto definitivamente i rapporti con l’ACF Fiorentina,  poi presentandosi agli odierni allenamenti”.

AZIONI. Ma non solo. “L’ACF Fiorentina – continua il comunicato – perseguirà il calciatore in ogni sede, anche per tutelare il rispetto della ‘maglia Viola’, della Squadra, dei Tifosi e della Società medesima”.

BECALI. Intanto, del caso oggi hanno parlato anche il procuratore di Mutu, Giovanni Becali, e l’avvocato Rodella, in una conferenza stampa convocata in un hotel fiorentino per spiegare la versione del rumeno. Il suo manager Becali ha detto:

CESENA. “Quando un matrimonio non va, non va. Un giocatore, quando non ha più rapporti con la società, è giusto che se ne vada”, ha detto Becali, che poi ha raccontato:  “Tre giorni fa sono andato in società da Pantaleo Corvino per parlare direttamente con Andrea Della Valle. Di fronte a Mencucci, Corvino e Della Valle ne ho sentite di tutti i colori. Ho sentito parole brutte nei confronti di Mutu. E mi hanno riferito che non sarebbe stato convocato per la partita con il Bologna. Io chiamo il ragazzo, forse imprudentemente. Lui si stava per allenare e mi risponde. Gli spiego che la Fiorentina vuole che si trasferisca all’estero, che l’ipotesi Cesena è bocciata. Allora lui lascia subito l’allenamento e viene in albergo da me. Non lo danno al Cesena – ha concluso Becali – perchè, ha detto Della Valle, è una concorrente per la salvezza”.

Ultime notizie